Test #specialized

[Test] Specialized Kenevo SL

[Test] Specialized Kenevo SL

marco, 13/05/2021

Oggi Specialized presenta la versione elettrificata dell’Enduro, la Kenevo SL. Stessi 170mm di escursione anteriore e posteriore, stesso sistema di sospensione, stessa geometria molto aggressiva. Ciò che divide il modello classico da quello elettrico sono i 4 kg dati da motore, batteria e leggero peso in più del telaio. Una volta montati in sella e puntata la bici verso il basso, le analogie sono sorprendenti. Va da sé che si tratta di una ebike completamente diversa dalla classica Kenevo. займ онлайн безработным 18 лет

Geometrie

Anche la Kenevo SL, come la nuova Levo, è dotata di geometrie variabili tramite una coppa eccentrica per la serie sterzo, che porta l’angolo sterzo dai neutrali 63.5° a 62.5° o 64.5°, e un eccentrico posto sui foderi bassi, che permette di abbassare il movimento centrale di 6mm.

Qui trovate la geometria “di mezzo” (la taglia in prova è una S4)…

..e qui tutte le varie combinazioni:

Dettagli

La motorizzazione è identica a quella della Levo SL: motore con potenza massima di 240W, coppia massima di 35Nm, batteria integrata di 320Wh, possibilità di usare un extender da 160Wh. Peso rilevato senza pedali del modello Expert in taglia S4: 19.1kg. L’altro modello disponibile al momento è l’S-Works (che potete vedere nel nostro articolo in inglese).

Prezzi: 9.499€ per l’Expert in test, 13.999€ per l’S-Works.

La Mastermind TCU è la stessa presentata qualche mese fa sulla Levo, vi rimando al video per i dettagli sul suo funzionamento. Esteticamente rende la bici molto pulita e il manubrio sgombro da display.

Il carro posteriore è praticamente idendico a quello dell’Enduro a livello di cinematica e leveraggi.

Il carterino per tenere lo sporco lontano dall’ammortizzatore.

L’extender si mette nel portaborraccia. Notare il tubo piantone più corto rispetto a quello dell’Enduro. Oltre un certo limite il reggisella telescopico non si può inserire, fate dunque attenzione alla scelta della taglia.

Fox X2: la sospensione posteriore è molto sensibile, piantata a terra e progressiva. Trovo che sia addirittura meglio di quella dell’Enduro, anche grazie al peso in più della bici che diminuisce la forza necessaria per far cominciare a lavorare l’ammo.

La Fox 38 davanti è perfetta per la tipologia di bici, sia per la precisione di guida che per l’ottima idraulica Grip2.

Tutto può venire comandato da manubrio, senza bisogno di tirare fuori il telefono mentre si gira.

Manubrio molto pulito, largo 800mm.

La presa per la ricarica della batteria integrata, nonché dove viene attaccato l’extender.

Le gomme Grid Trail T7/T9 da 2.3″ sono precise e robuste.

Qui troviamo la coppa neutrale nella serie sterzo. Nel video mostro quella eccentrica.

Multitool SWAT nascosto nel cannotto della forcella.

Specialized.com

 

Commenti

  1. shrubber83:

    mah... si basano sulla cover coi segni di urto.
    allora uno la volta successiva compra la cover, la monta e manda le foto con la cover nuova e il telaio rotto.

    mi sembra una risposta approssimativa
    Ma no dai...che hanno assunto in specy dei coglioni?uno che li costruisce...un tecnico...credo ne capiscan qlc dai...certo è che se fossi in ragione,mi girerebbero le palle anche spenderne 500 di euro....cioè mi fà strano che un azienda cosi grande si possa far sputtanare sui social x cosi poco...bho nn sò che dire...io stà primavera ho avuto cambiato il carro in allu della mia levo...l unico giramento di balle il tempo xche passati 25 gg xò nessuna rogna,vero che l allu e diverso xò.....Brakky
    View attachment
  2. bracchetto scout:

    Io...io dò dei coglioni se nn sono in grado di capire se ha preso una sassata o ha toccato con un salto...o il cedimento è strutturale....quello nn credo sian coglioni...x il resto nn só che dire.Brakky
    Credo che tanto dipenda anche dal rivenditore; non è la prima volta che leggo risposte del genere e garanzia non riconosciuta, chi ha frequentato il forum marrone se lo ricorderà, sta di fatto che davanti a certe risposte da parte di queste ditte, a me salirebbe la carogna.
    Il riconoscere o meno un urto o altro anche quello è "opinabile", sempre di là qualche anno fa si vedeva un fodero basso dove mancava vernice dovuto a colpi di sassi (ormai li riconosciamo tutti, dai) ma garanzia non riconosciuta a "causa di uso inappropriato"... caxxo è una MTB cosa devo farci le ciclabili asfaltate??? boh...