Test #specialized

[Test] Specialized Turbo Levo 2022

[Test] Specialized Turbo Levo 2022

marco, 23/03/2021

Specialized presenta la nuova Turbo Levo! Ho avuto modo di provarla per circa un mese sui sentieri che usiamo di solito per i test. Dettagli, prova e conclusioni nel video.

YouTube video

 

Geometrie

Attraverso i flip chip posti sui foderi posteriori e la coppa della serie sterzo eccentrica si arriva a 6 combinazioni di geometrie possibili:

Dettagli

Trasmissione SRAM Eagle XX1 AXS 1×12, wireless, con corona da 34 denti e tendicatena fissato al telaio.

Il flipchip per variare la lunghezza dei foderi posteriori e modificare l’altezza del movimento centrale.

Il tasto per comandare il display posto sul tubo orizzontale.

Gomma Specialized Butcher GridTrail T9 da 2.6″ all’anteriore. La ruota è da 29 pollici.

Gomma Specialized Eliminator GridTrail T7 da 2.6″ al posteriore. La ruota è da 27.5″.

Il cockpit con manubrio in carbonio largo 780mm e i freni Magura MT7 con leva custom Loic.

Forcella Fox 38 Grip2 con 160mm di escursione.

Ammortizzatore Fox Float X2 con leva per la chiusura della compressione.

Passaggio interno dei cavi.

Dettaglio della serie sterzo, qui con coppa neutrale. Nel video mostro la coppa eccentrica.

Il display si legge bene anche sotto il sole.

Pinza e disco da 203mm dei Magura MT7. Anche dietro il diametro è di 203mm.

Quel pezzettino in gomma fra carro e triangolo anteriore deve rimanere intatto malgrado acqua, sole, pietre e fango. Sembra facile, ma costruirne uno che duri nel tempo richiede il giusto materiale. Anche perché altrimenti si finisce per triturare vernice e telaio.

Il parafango di Fox è ben pensato perché protegge anche i parapolvere della forcella dallo sporco.

Il comando remoto della trasmissione wireless. Notare il rocker pad, diverso da quello presentato due anni fa e migliorato in quanto a grip e forma.

La presa per caricare la batteria ora è più protetta da eventuali infiltrazioni di acqua. Il motore è identico alla Levo precedente, con 90Nm di coppia e una batteria da 700Wh. La batteria è estraibile e ricaricabile anche in casa (vedere video).

Il multitool SWAT posto nel cannotto della forcella.

I setting che ho usato durante il test.

Ad oggi ho percorso 400km e tanti metri di dislivello con la nuova Levo.

Una parte dei campi che si possono mostrare sul display.

Prezzi

Al momento sono disponibili questi due modelli:

S-Works € 13.990
PRO €11.499

Specialized.com

 

Commenti

  1. MISTER HYDE:

    Cerco di fare solo sterrato, ma se non ci sono altre alternative faccio anche salite su asfalto, IMHO sempre meglio che usare il furgone ... ;)
    Ok. Quindi sei con me. Certo che se non ci sono alternative si fa anche asfalto. Ci mancherebbe. Ma la ebike è divertente proprio quando ti trovi ad "arrampicarti" su salite sterrate e tecniche, che con la muscolare non saresti mai riuscito a fare.
    Che poi sia divertente anche in discesa non lo nego. Ma divertente per quanto può esserlo una bici da 24 kili.
  2. Pietro.68:

    Ho detto invece che molti la usano in questo modo ma che secondo me questo non è l'uso per cui le ebike sono state pensate. E che sicuramente il divertimento che ti da una bici da 24 kili non potrà mai essere quello che ti da una bella AM da 14. Poi ognuno la usa la ebike come vuole, anche per scendere dalle scale...
    Aggiungo e ribadisco, per come intendo io la ebike, che non usarla per fare anche le salite tecniche (tipo quella del video di marco), è "godere" solo a metà.
    Sì ma questo non li obbliga a fare quello che piace a noi (anch'io per inciso mi diverto a fare salite impossibili con MTB normali, o semplicemente mi piace da morire l'effetto fionda nei rilanci) quindi non ha senso per loro prendere una Enduro o peggio DH anche se mediamente più divertenti, perché soprattutto con la seconda sei ancor più vincolato agli impianti o furgoni e perdi gran parte della polivalenza.
  3. Auanagana:

    Bel mezzo questa Levo.
    Ma sulla carta non per tutti...e non per il prezzo..:rolleyes:
    La cosa che mi lascia perplesso leggendo un paio di prove è la destinazione di utilizzo : si legge che è una specie di Kenevo ed ha bisogno di velocità per rendere al meglio in discesa e mi pare ovvio visto la dotazione e le geometrie ..insomma una bici abbastanza specialistica da discesa (come ce ne sono tante altre al vertice delle varie gamme di tutti i marchi , ma contornate da alternative più easy..) .
    Quello che però non capisco è che fine fa una bici come la vecchia levo , allround facile un pò per tutti ...insomma con l'uscita di scena della levo 2019-20-21 manca qualcosa di più tranquillo , di più all mountain che poi sarebbe il segmento dove Specialized vende di più soprattutto in Italia, ovvero una utenza generalista molto attratta dal marchio e dall'estetica oltre che da certi contenuti come personalizzazioni sull'elettronica , ma che spesso non è utenza da "coltello tra i denti" in discesa.... :blush:
    A me pare che in gamma Specialized ora manchi qualcosa ...
    concordo pienamente questa in realtà è una kelevo non la bici da trail cui siamo abituati