ebike leggere

Ebike leggere: cosa sono e a chi sono destinate

251

Indubbiamente il 2022 passerà alla storia come l’anno delle bici elettriche leggere, o light ebikes che dir si voglia. Nuovi sistemi hanno ridotto la differenza fra bici normali e bici elettriche al minimo, tanto che la nuova Trek Fuel Exe si distingue a malapena dalla sorella classica Fuel Ex. Non solo, sono diventate più silenziose e meno invasive nella spinta. Insomma, sembra la trappola perfetta per il ciclista che vuole fare meno fatica senza scarrozzarsi una ebike full power.

Vediamo le caratteristiche delle bici elettriche leggere e quali sono i loro pro e contro.

Peso

Visto che si chiamano Light Ebikes, viene da sé che il peso sia contenuto. Diciamo che siamo intorno ai 18-19 kg, quindi 4-5 kg in più di una bici normale e 4-5 kg in meno di una ebike full power, in media.

Questo permette di usare motori depotenziati, o appositamente studiati, che consumano e/o pesano di meno. Con una batteria più piccola rispetto alle ebike classiche si riescono a fare gli stessi dislivelli, perlomeno sulla carta.

Spinta

Non fosse che i motori appena menzionati spingono di meno, quindi sarà necessario spingere di più sui pedali con le proprie gambe per arrivare in cima alla salita. Non è tanto una questione di coppia – ricordiamo che lo Shimano EP8 della Orbea Rise ha ben 60 Nm di coppia massima – quanto il problema che, se si usa la modalità più potente, la batteria si prosciugherà in fretta. Ergo: tocca pedalare e sudare.

L’Ebiker leggero

Esiste l’ebiker leggero, cioè quello che vuole comunque far fatica, anche se si trova in sella ad una bici elettrica? Sicuramente sì, perché se si compra una light ebike si vuole rimanere in forma, togliendo però quel picco di sforzo che magari ci blocca dal compiere giri da 2000 metri di dislivello conquistati interamente con le nostre forze. Oppure ci permette di rimanere con il gruppo di biker dove facevamo fatica a stare dietro.

Cosa ne pensate? O meglio, avete mai pensato di acquistare una bici elettrica leggera?

In collaborazione con Bike Lab.

Commenti

  1. onosendai:

    Ma va là, devo pensare come risponderti perchè mi sembra un pelo provocatorio o sbaglio?
    assolutament no! tu sei il prototipo dell'utilizzatore giusto della rise.
    perchè dovresti prenderti una EMTB fullpower con batteria da 700w (e autonomia da 2000D+) quando ti basta una leggerina per fare i 1000D+ che sono il tuo targhet.
  2. ducams4r:

    Mi piacerebbe accontentarti, ma Marco e Steve abitano molto distanti per fare una nuova comparativa, e poi pa mia bici non è più in produzione.
    Beh quello sarebbe troppo e mi rendo conto sia estremamente complicato da realizzarsi, si potrebbe fare una comparativa a tre modelli (o meglio 3 tipologie di ebike) su un trail (tre percorsi diversi sarebbe il massimo) dove possano risaltare i pregi e i difetti delle singole bici e trarre le impressioni a fine giro magari fornendo indicazioni valide i rider occasionali e meno allenati.

    Pensavo alla tua Turbo Levo perché penso sia, tra le full-ebike, un tipo di bici che ben si può avvicinare alle light ebike: il peso è più basso di altre, posso settare le assistenze a piacimento (per avvicinarmi alle light-ebike) e ho 2 dimensioni di batteria da montare (anche questo gioca a favore del minor peso). Ci sono anche altri modelli in produzione analoghi, per esempio la Fantic xtf 1.5 ad esempio.
  3. onosendai:

    Ivo, ci facevo caso, esattamente il montaggio e i componenti della Focus di un mio parente acquistata un mese fa dove però ha speso almeno 400 euro in più con un display da city bike, peccato che avendo già la vecchia SpectralOn vorrei cambiare e non vorrei più una mullet altrimenti era già a casa mia da un pezzo.
    Mullet è la soluzione migliore.
Articolo successivo

Ebike della settimana: la Pole Voima di MarcoCapoti

Articolo precedente

Nuovo Bosch Performance CX Race

Gli ultimi articoli in Tech Corner

Mullet fai da te?

Ha senso trasfomare una bici con ruote da 29 o 27.5″ pollici in mullet, malgrado il…