News #ep8

Nuovo motore Shimano EP-8 con 85Nm di coppia

Nuovo motore Shimano EP-8 con 85Nm di coppia

marco, 31/08/2020
marco, 31/08/2020

Il test del motore Shimano EP8 si trova qui.

Shimano presenta oggi il suo nuovo motore top di gamma EP-8. Se ne è fatto un gran parlare, soprattutto quando furono mostrate le nuove batterie, e, dopo uno slittamento della presentazione prevista in primavera, è venuto il momento di alzare il velo. Mirco Isetta lo proverà sui suoi sentieri nei prossimi giorni insieme a Stefano Migliorini e, ovviamente, una Thok. State sintonizzati!

Dettagli

NB: dati dichiarati da Shimano

Coppia: 85Nm (21% in più rispetto allo Steps E8000)
Peso: 2.6kg (300g in meno)
Frizione dei pedali causata dal motore ridotta del 36%

Minore sbalzo ai 25 km/h quando il motore si spegne
Più silenzioso. A quanto pare il motore fa rumore in discesa quando non si pedala, come mostrato in questo video dal minuto 3:

YouTube video

 

Meccanismi interni migliorati per favorire il raffreddamento del motore
Nuova forma del motore per adattarsi meglio ai telai

Q-Factor: 177mm
Pedivelle dedicate, disponibili nelle lunghezze di 160/165/170/175 mm
Combinato con la trasmissione 1×12 XTR/XT/SLX/Deore
Corone: 34T/36T/38T

Stessa forma di montaggio dello Steps E8000, quindi compatibile con i telai predisposti per il vecchio motore.
Nuovo guidacatena, compatibile con trasmissioni da 11 e 12v, con linea catena 56.5mm o 53mm.
Nuovo display SC-EM800, molto simile al vecchio ma con la possibilità di cambiare fra diversi profili. Schermo a colori da 1.6”.

Il display comunica tramite Bluetooth con l’app E-Tube.
3 livelli di assistenza: eco (max 30Nm), trail (max 60Nm) e boost (max 85Nm). Tutti personalizzabili in 10 livelli tramite l’app E-Tube, con la coppia settabile a piacimento fra 20 e 85 Nm.
5 livelli di assistenza per la ripartenza, salvabili nei diversi profili di cui parlavamo sopra.

Batterie: presentate a maggio in questo articolo.

 

Commenti

  1. vicma56:

    Sul tecnico conta anche l'abilità del ciclista....il trial aiuta.
    Certamente, però in questo specifico caso è solo molto ripida e con fondo secco un pochino sdrucciolevole, ed in questi frangenti che si riesce a valutare maggiormente il lavoro svolto dal motore, perché non ci sono ostacoli da superare e per salire basta solo mantenere una buona posizione in sella e una pedalata costante per avere la massima trazione
  2. se si parla di ripidoni da fare in salita voglio dare il mio contributo, per quanto possa valere date le variabili

    io Giant SX0 motore yamaha/Giant syncrodrive pro
    amico 1 Fantic enduro con brose
    amico 2 Turbo Levo 2019 montata ohlins
    amico 3 Turbo Levo 2019

    Abilità molto simile, forse l'amico 3 con la Turbo Levo sicuramente più forte di tutti in discesa proveniente dal Cross, gli altri ex muscolari
    Salitone su un campo assolutamente ripido da cappottamento bello bello lungo di circa 200 metri

    Io salgo circa 3/4 (resto a spinta)
    Amico 1 sale circa 50% (resto a spinta)
    Amico 2 e 3 salgono circa 1/4 (resto a spinta)

    Ora la domanda che mi è sorta spontanea è se il mio traguardo è stato raggiunto grazie ad una erogazione differente del motore, o l'aver scelto meglio la traiettoria o l'aver scelto meglio la posizione... ma quest'ultima penso sia stata molto simile su tutti non essendo alle prime armi...oppure per fortuna... ah ah ah

    non mi sono mai sciolto il dubbio