Bosch Performance XC Race

La prova del Bosch Performance CX Race

10

La scorsa settimana vi abbiamo presentato il nuovo motore Bosch Performance CX Race. Sono andato a provarlo sui sentieri di casa, cioé quelli di Finale Ligure. Ecco come è andata.

Bosch

Commenti

  1. albeoi:

    Brose ha il 410%, 90 nm, accelerazione e cadenza personalizzabili, ha sempre un minimo di overrun.
    In Bosch non vedo una grandissima rivoluzione, semmai una loro evoluzione
    Risposte molto diverse, Bosch è sempre stato, e con questa modalità Race si conferma molto brioso e pronto a rispondere agli input del rider. Specy ha altri punti forza.

    albeoi:

    L'overrun personalizzabile sarebbe invece molto importante per i tratti da superare di slancio, meglio se disattivato dal freno posteriore.
    Su questo motore hai 2 modalità dotate di overrun, eMTB che ha una spinta più dolce e calante, e Race invece con una spinta più vigorosa e "quadrata" cioè che quando finisce termina di botto, 100-0.

    Se fosse personalizzabile cone altri parametri, potrebbe essere interessante, ma bisognerebbe poter intervenire su più parametri, quale durata, corposità della spinta e curva della spinta... Forse troppo. Più immediato averne 2 di default.come ho scritto sopra.

    Disattivato dal freno direi proprio di no, perché il freno posteriore ti serve per modulare sianla spinta del motore mentre stai pedalando e anche per correggere l'overrun in caso di necessità, quindi preferisco limitarlo e non disattivarlo. Se in un tratto senti la necessità di disattivarlo, puoi utilizzare Turbo che non beneficia di questa funzione o utilizzare eMTB che ce l'ha, ma più facile da gestire.
  2. DIRT-E-BIKE:

    le caratteristiche specifiche del telaio non sono per questo motore, ma per la destinazione d'uso:
    gare di enduro,dove gli allestiementi top di gamma che montano bosch gen 4 smart dei vari brand avranno la possibilità di avere il RACE per avere le caratteristiche di erogazione e assitenza dedicata al quel tipo di utilizzo.

    Il RACE non è un motore più potente e anche gli ingombri sono gli setssi del gen4, ha solo caratteristiche di erogazione che meglio si sposano a chi nelle competizioni ha bisogno di buttare giù i secondi senza perdere tempo in zappate o piantarsi quando non si riesce a fare forza sui pedali.

    I BRAND che vogliono proporre una bici da enduro per le gare sanno che BOSCH ha studiato un elettronica ottimizzata, è un limite, è un opportunità (poi che sia sufficente questo per vincere rispetto ad un BROSE,un PWX3,SHIMANO,POLINI non credo,ma comunque è una buona evoluzione)
    Avevo mal compreso che gli attacchi ed ingombri del Bosh Race fossero differenti e richiedessero un telaio dedicato diverso rispetto ad altri sistemi Bosch
Articolo successivo

Nox Epium: light ebike made in Europe

Articolo precedente

Ammortizzatore ad aria o a molla?

Gli ultimi articoli in Test