[First Ride] La nuova Specialized Turbo Levo

[First Ride] La nuova Specialized Turbo Levo

18/09/2018
Whatsapp
18/09/2018

Specialized presenta la nuova Turbo Levo 2019, con ruote da 29″ e telaio in alluminio o carbonio. Tra le specifiche, la batteria da 700Wh e l’ultimo motore di Brose, sviluppato con Specialized.

img_8227

Caratteristiche

Telaio: Carbonio FACT 9m con carro posteriore in alluminio M5, Trail Geometry 29;
forcella: RockShox Pike RC29, 150 mm;
attacco manubrio: Specialized Trail 50 mm;
manubrio: Specialized in alluminio 780 mm;
manopole: SIP Grip;
freni: Code R con dischi da 200 mm davanti e dietro;
cambio: Sram X1 11v;
comandi: SRAM S700, single-click;
pacco pignoni: SRAM XG 1175, 11v, 10-42;
guarnitura: Praxis 165 mm 32d;
ruote: Rovel Traverse 29″, larghezza interna 29 mm;
copertone posteriore: Butcher Gripton 29×2.6″;
sella e reggisella: Body Geometry Phenom Comp, Specialized Command Post 34.9mm, 160 mm (taglia L);
interfaccia: display a 3 led, app. Comando al manubrio con assistenza per la spinta;
carica: 42V, 4A con Rosenberger plug;
peso: 19.9 kg
Prezzi
S-WORKS TURBO LEVO FSR CARBON 29: 10.999,00 EUR
TURBO LEVO FSR EXPERT CARBON 29: 7.999,00 EUR
TURBO LEVO FSR COMP CARBON 29: 6.599,00 EUR
TURBO LEVO FSR COMP ALLUMINIO 29: 5.599,00 EUR
TURBO LEVO FSR ALLUMINIO 29: 4.399,00 EUR

Il design richiama quello delle bici da DH di Specialized e della Stumpy. L’incrocio nel triangolo principale, dove si fissa l’ammortizzatore, aggiunge rigidità ed è gradevole esteticamente.

img_8253

Il tubo obliquo è molto sottile, sembra quello di una bici tradizionale.

img_8257

Mi piacciono i manubri sgomberi. C’è solo un piccolo e funzionale comando remoto.

img_8268

150 mm di escursione anteriore. Possono essere estesi a 160 mm cambiando forcella se si vuole montare la bici con ruote 27.5″.

img_8269

Anche l’escursione posteriore può essere regolata con un eccentrico (o flip chip) per cambiare l’altezza del movimento centrale nel caso si voglia montare la bici con ruote da 27.5″.

img_8272

Il motore è più piccolo, leggero e meglio integrato nel telaio.

img_8286

Solo 11v! Specialized considera non necessaria (e troppo pesante) una cassetta 12 v.

img_8324

Il passaggio cavi e le relative aperture sono puliti. All’interno del telaio tutti i cavi passano in tubi di fibra di vetro per facilitare montaggio e manutenzione.

img_8338

Una gomma sul fodero basso per un’andatura silenziosissima.

img_8299

Gomme 29×2.6″. Hanno delle spalle belle robuste e coi miei 90kg le ho usate a 1.7 bar.

Geometrie

Il motto “stiffer, faster, better…” (più rigida, più veloce, migliore…”) di Specialized si traduce in uno sterzo di 66° e un reach più lungo rispetto ai modelli passati. Il carro non è cortissimo, ma tutto sommato un buon compromesso tra l’agilità in curva e la stabilità in salita. Il reach è lungo a sufficienza da non far sentire il biker rannicchiato quando vuole assumere una posizione aggressiva e d’altra parte non si è nemmeno troppo distesi sulla bici.

geo-levo

Motore e batteria

In questa zona si è concentrata gran parte del lavoro da parte di Specialized. Il vecchio supporto per il motore è stato superato e il motore adesso è fissato direttamente al telaio. Questa soluzione permette di ridurre peso e ingombro e quindi di aumentare la capacità della batteria a 700 Wh. In due parole, solo dopo una giornata intera in modalità turbo mi sono trovato con la batteria al 10%: non avevo mai usato una batteria con una capacità simile.

Il motore Specialized 2.1 ha un involucro in magnesio ed è gestito da un software sviluppato da Specialized. Fondamentalmente è il miglior motore per ebike che ho mai provato. È silenzioso, non è brusco e dà un ottimo supporto a tutte le cadenze. Inoltre consuma poca batteria. In salita, quando altri motori arrivano al limite, lo Specialized 2.1 continua a spingere, rendendo la salita ancora più divertente. La sensibilità è ottima, il motore asseconda bene l’input del rider in tutte le modalità di assistenza ed è regolabile tramite applicazione.

motorpower

Tutta l’elettronica è stata spostata al tubo orizzontale, in prossimità del nodo sterzo, dove c’è un piccolo display con tre LED. Avrei preferito che non ci fossero proprio LED, ma la buona notizia è che possono comunque essere spenti tramite applicazione, per pedalare senza distrazioni. Altrimenti i LED mostrano la modalità di assistenza e la carica rimanente della batteria.

Ho fatto a Specialized qualche domanda sull’hacking delle bici. Sono molti i rider che modificano le eBike per farle andare più veloce? Si riesce a farlo? Specialized ha risposto che il sistema della Levo è praticamente blindato. Nessuna tra le app in circolazione è in grado di violarlo per modificare la bici. Anche ai meccanici è impossibile modificare la bici, possono solo accedere a determinate regolazioni, sulla base del paese in cui ci si trova. A questo punto è comunque opportuno ricordare che il tentativo di modificare il sistema fa decadere la garanzia. Inoltre se ci si prova, Specialized ne viene informata. Anche la privacy è tutelata e nessuna informazione su ciò che si fa con la bici viene condivisa con nessuno.

img_8374

Una nuova batteria, più compatta, che si nasconde nel telaio. Celle 21700 per una carica di 700 Wh.

img_8265

Il display e il pulsante di accensione. A me piace la modalità “dark” senza alcuna lucetta.

img_8368

Per smontare il sistema l’ideale è un cavalletto, ma si riesce a farlo anche con la bici a terra.

img_8363

La batteria è fissata con una vite.

Specialized Turbo Levo

Il product manager della Turbo Levo ci mostra come preferisce fare lui per togliere la batteria.

img_8215-2

Il nuovo modore, designato secondo le direttive di Specialied.

img_8213

Componenti del motore, vecchio e nuovo.

Prova sul campo

Salita

Ho girato in lungo e in largo per l’Istria (Croazia), dalla mattina fino al tardo pomeriggio senza mai dover cambiare batteria. Il feeling è diverso da quello che dà una 27.5″+. In salita la bici passa più facilmente sopra gli ostacoli. La tenuta invece è simile, mentre la risposta agli input del biker è migliore, grazie alle maggiori prestazioni del motore. In salita la cambiata è a un solo click, quindi è precisa e silenziosa. In curva la bici è ben bilanciata, la posizione in sella è quella giusta: sembra di stare su una Stumpjumper.

Specialized Turbo Levo

Discesa e Trail

I sentieri su cui abbiamo girato avevano parecchie sezioni piene di radici, in stile toscano, ma anche rocciose in stile Finale Ligure e qualche sentiero artificiale per MTB. Un mix che mi ha dato una bella panoramica sulla bici. Ho dovuto combattere un po’ coi nostri preconcetti: in generale preferisco le 27.5″ alle 29″. Con le sue gomme da 2.6″ e i cerchi larghi, assieme all’escursione di 150 mm e alle geometrie aggiornate, la Turbo Levo è agile e assorbe molto bene gli ostacoli sul sentiero. È facile assumere uno stile aggressivo se si vuole, grazie allo sterzo aperto e in generale alle geometrie.

Specialized Turbo Levo

Specialized Turbo Levo

Proprio dopo il tratto che si vede in questa foto, il sentiero diventa molto tecnico e mi sono trovato a volare al limite, ma senza mai perdere il controllo. Le ruote e i copertoni grandi danno un senso di sicurezza e stabilità quando il percorso si fa impegnativo.

Specialized Turbo Levo
Con le ruote da 29″, arretrando il peso c’è maggior rischio di contatto con la ruota posteriore. Oppure stavo andando più veloce e su trail più ripidi perchè la bici me lo permetteva, e così finivo per compensare troppo. Comunque la Levo mi ha soddisfatti pienamente. Ho bisogno di più tempo sui sentieri di casa per conoscere meglio la bici e scoprire tutte le nuove soluzioni introdotte e confrontarle con le altri mezzi di questo tipo, ma la prima impressione è eccellente.

Allestimenti

S-WORKS TURBO LEVO FSR CARBON 29: 10.999,00 EUR
TURBO LEVO FSR EXPERT CARBON 29: 7.999,00 EUR
TURBO LEVO FSR COMP CARBON 29: 6.599,00 EUR
TURBO LEVO FSR COMP ALLUMINIO 29: 5.599,00 EUR
TURBO LEVO FSR ALLUMINIO 29: 4.399,00 EUR

screen-shot-2018-09-17-at-21-17-41

screen-shot-2018-09-17-at-21-18-46 screen-shot-2018-09-17-at-21-18-55 screen-shot-2018-09-17-at-21-19-11 screen-shot-2018-09-17-at-21-19-20

Specialized Turbo Levo

Specialized Turbo Levo

Durante una pedalata inseguiti da un temporale ci siamo rifugiati qui, ma alle batterie non serviva nemmeno un minuto di carica.

 

Specialized Turbo Levo

Sean, il responsabile Marketing di Specialized, sta considerando di darsi all’allevamento di capre.

www.specialized.com

608
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
592 Comment threads
16 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
107 Comment authors
MLupo MannaromalleoloGCORSARO Recent comment authors
  Sottoscriviti  
Notificami
ginogino
Guest
ginogino

E’ imbarazzante la differenza di montaggio tra una Expert 2018 e la nuova, visto soprattutto il generoso aumento di prezzo.

LAPIERRE
Guest

Quindi sarà impossibile sbloccare il limitatore e usare smartpower?

Bon, mi tengo il motore 2018

Z
Guest

Bello l'abbinamento cromatico di questa carbon però

G
Guest
gipipa

sembra decisamente una bella bici. prevedo ne venderanno molte.

Nicotrev
Guest

Ottima la nuova soluzione motore/batteria. Gran bel lavoro!

azetaelle
Guest
azetaelle

Nb: 21700 è il formato delle celle, non il loro numero (saranno 40-50). Altrimenti sarebbe un camion.

Sensazioni sul peso? Quello dichiarato è attendibile?

In ogni caso l’impressione è quella di un gran bel mezzo (anche se potevano evitare dei grafici farlocchi, il PW-X non taglia a 80 rpm)

GIUIO10
Guest

[QUOTE="Nicotrev, post: 118009, member: 134"]Ottima la nuova soluzione motore/batteria. Gran bel lavoro![/QUOTE]

E aggiungerei anche contenimento del peso, se il dato dichiarato della Expert in prova, è reale!

D
Guest
Diego

Scusa ma dove hai letto il peso?

em_1958
Guest

Hanno rispolverato la Pike, sicuramente un gran buon affare per Specialized.

Jack e-bike
Guest
Jack e-bike

Quindi si devono spendere 8000 euro per avere una batteria da 700 wh?
Ridicoli.

shrubber83
Guest
shrubber83

8000 per avere la batteria da 700. Credo di possa montare anche sulle altre comprandola a parte… Ci vorrà un mille euro mi sa..