Olympia Hammer

Nuova Olympia Hammer con batteria da 900Wh

81

Olympia presenta la nuova Hammer, una ebike da enduro in carbonio con motore Oli e batteria da 900Wh.

[Comunicato stampa] Agile, potente, sorprendentemente maneggevole, capace di divertire gli enduristi più “adrenalinici” ma anche di soddisfare chi non ha una tecnica sopraffina: prestazioni e facilità di guida trovano una sintesi ideale nella nuova versione di Hammer, il top di gamma delle e-mtb Olympia.

Il cuore tecnologico è rappresentato dal motore Oli da 90 N/m, ottimizzato nei consumi, e dalla batteria PowerNine 900 da 900 W/h, una dotazione che garantisce resa e autonomia ben al di sopra degli standard comuni, a fronte di dimensioni particolarmente contenute.

Rispetto alla versione precedente, una delle caratteristiche salienti di Hammer è l’abbassamento sia dello standover, sia del baricentro della bici: la bici risulta più stabile e facilmente manovrabile nei cambi di traiettoria e sui terreni scoscesi.

Olympia Hammer

Il telaio è in carbonio monoscocca T800. Per la sua realizzazione viene impiegata la tecnologia EPS a doppio stampo, che uniforma le superfici interne, rendendo la struttura particolarmente rigida e leggera. Sono in carbonio anche il triangolo posteriore e il link, totalmente rimodellato e riposizionato, dell’ammortizzatore.

Nell’ottica della personalizzazione dell’assetto, la geometria del telaio di Hammer varia a seconda della statura dell’utilizzatore. Modificando l’inclinazione del tubo sella in base alla misura si garantisce sempre il migliore bilanciamento dei pesi, con il vantaggio di assecondare sempre l’azione del ciclista in salita e di renderla più efficace anche nelle discese più impegnative.

Olympia Hammer

Una delle novità della nuova Hammer è la collocazione sul tubo obliquo dell’ammortizzatore trunnion con interasse da 205 e 65mm di corsa, che offre alla ruota posteriore un’escursione di 170mm: una soluzione pensata per avvicinare a terra le masse della bici e, al contempo, creare lo spazio per un portaborraccia nel tubo verticale.

Il Flip Chip consente di variare l’angolo del tubo sella e dello sterzo di 0,5° per adattare l’assetto della bici alla guida del rider e al percorso che affronta. La nuova configurazione del Flip Chip migliora la curva di compressione della sospensione, che diventa più progressiva ed efficace anche nel caso di upgrade con un ammortizzatore a molla.

Olympia Hammer

Per contrastare un eccessivo affondamento della sospensione in salita dovuto alla normale azione della pedalata e al supporto del motore, abbiamo aumentato leggermente l’antisquat nella prima parte di affondamento della sospensione oltre il valore del 100%: in questo modo il ciclista non dovrà controbilanciare con lo spostamento del busto l’arretramento delle masse in salita.

La lunghezza del carro posteriore è stata pensata in funzione alla taglia del telaio. È di 438 mm nella misura M/L, mentre nella taglia L/XL viene allungato di 5mm raggiungendo una lunghezza di 443 mm.

Olympia Hammer

Sia nel giunto Horst, sia nel fulcro del main pivot del carro posteriore i cuscinetti sono stati raddoppiati. Grazie all’asse posteriore Superboost da 157 mm, il carro risulta estremamente stabile, un vantaggio di reattività che si avverte soprattutto quando si spinge in piedi sui pedali, ma anche nel comportamento generale della bici, nelle discese e sulle superfici sconnesse. Un perno ad espansione da 17 mm di diametro crea un collegamento più solido con il posteriore al telaio.

Olympia Hammer

Lo standard da 1.5’’ / 1.8’’ dello sterzo è sinonimo di grande robustezza e affidabilità. La serie sterzo Acros ha i cuscinetti che contengono sfere di diametro maggiorato ed il blocco per evitare la completa rotazione del manubrio, mentre la forcella Rock Shox Zeb da 170 mm ha la testa sovradimensionata, specifica per questo tubo sterzo di diametro superiore. Tutto ciò contribuisce a contrastare le flessioni dell’avantreno e a dare una sensazione di sicurezza e precisione durante la guida. I cablaggi scorrono all’interno dell’headset.

Hammer viene proposta in versione mullet, con ruota posteriore da 27,5” e anteriore da 29”.

Le colorazioni disponibili sono nero carbonio/rosso, nero carbonio/bianco.

Prezzo: 7.692 euro IVA inclusa per questo montaggio.

Olympia Hammer

MOTORE OLI EDGE: più compatto, più potente

In fatto di prestazioni, abbiamo alzato ulteriormente l’asticella. Hammer è equipaggiata con il nuovo motore Edge di OLI, compatto, più potente e dotato di una cover customizzata. Esprime 90 Newton/metro ed è in grado di moltiplicare per quattro la spinta impressa sui pedali. La curva di erogazione dell’assistenza è stata migliorata sia a basso numero di pedalate, sotto le 50rpm, sia oltre le 90rpm, per garantire un’ottima coppia a tutti i regimi. Il raddoppio dei sensori di coppia (4 anziché 2) permette a OLI Edge di fornire un’erogazione fluida e puntuale sulle specificità delle varie modalità di utilizzo, per aiutare il ciclista anche nei tratti più tecnici e ottimizzare i consumi. Il sistema Vectorial Logic controlla il comportamento del motore con estrema precisione e lo adatta tempestivamente al tipo di utilizzo con un’ampia varietà di settaggi. I 6 livelli di serie, messi a punto da Olympia in collaborazione con i tecnici di Oli, sono tutti ulteriormente configurabili tramite un apposito software fornito al concessionario.

Olympia Hammer

Il motore è dotato anche del livello “R”, che produce una risposta istantanea alla pressione sui pedali, in modo tale da raggiungere la piena potenza immediatamente e con uno sforzo contenuto. Questo livello è completamente esente dall’effetto “trascinamento”: il supporto del motore termina istantaneamente quando si smette di pedalare, facendo sì che l’avanzamento sia perfettamente sotto il controllo del ciclista, che potrà superare ostacoli e curve angolate in salita con un feeling di pedalata naturale e la totalità dei watt/motore a disposizione. Queste prestazioni sono rese possibili dalla generosa batteria PowerNine, che garantisce consumi contenuti e consente di affrontare senza preoccupazioni anche tragitti con alti assorbimenti di energia.

Olympia Hammer

POWERNINE 900: più capacità, più autonomia, più longevità

Il motore di Hammer è alimentato dalla batteria di ultima generazione PowerNine 900 da 900 W/h, sviluppata da Olympia per dotare le proprie e-mtb di una potenza e una autonomia nettamente al di sopra rispetto agli standard comuni. PowerNine 900 permette di avventurarsi in escursioni di lunga durata, e con altimetrie molto impegnative, senza il patema di tenere d’occhio costantemente il livello di carica.

La batteria è integrata nel tubo obliquo e si caratterizza per un rapporto capacità/peso particolarmente elevato.

Un grande vantaggio di PowerNine è che, avendo una maggiore autonomia, necessita di meno cicli di ricarica, e questo allunga la vita della batteria stessa. Come è noto, infatti, più volte una batteria viene sottoposta a ricarica e minore sarà la sua durata in piena efficienza.

Per completare una ricarica sono sufficienti sei ore. La batteria è stata impermeabilizzata per garantirne funzionamento anche in condizioni climatiche estreme.

Olympia Hammer

Commenti

  1. muscolare:

    Fossero anche 25 Kg, vista l'impostazione e la sostanza, andrebbe bene per me.



    La sella quasi sempre si cambia, il pacco pignoni è quello in acciaio che per le sollecitazioni prodotte da una eMTB potente come questa è raccomandato, e comunque se anche togliessi 500 grammi in tutto ... che ti cambia? Mi sembra tanta spesa e poca resa.



    Un canale da 28 non è un po' poco? Specie al posteriore che se non sbaglio monta di fabbrica un pneumatico 2,8"



    Attendo con interesse qualche recensione, la sto tenendo d'occhio per un eventuale cambio invernale sfruttando magari qualche occasione.
    Cambiando sella e manubrio tagli 400 g circa con una spesa sotto i 200 €. Pacco pignoni già un po' più impegnativo e meno conveniente soprattutto se si vuole convertire il mozzo a XD per avete il pignone da 10. Forse meglio tenersi la durabilità dell'acciaio sotto i 90 nm di coppia.
    Se confermato il canale 28, sarebbe un motivo in più per mettere un 2.6 al posto del 2.8 al posteriore, con effetto neutro sul peso della gomma.

    Davvero sarebbe utile avere una recensione e non mi dispiacerebbe avere un feedback serio su Oli Edge.
Articolo successivo

Il passaggio cavi nella serie sterzo è una complicazione inutile?

Articolo precedente

Carica i tuoi itinerari e vinci un kit casco + occhiali di Scott!

Gli ultimi articoli in News