Mondraker Neat

Mondraker Neat: la Ebike leggera del marchio spagnolo

58

Mondraker presenta la Neat, la sua prima Ebike leggera con motorizzazione TQ, come la Trek Fuel EXe che abbiamo testato un anno fa. Ecco i dettagli nel comunicato stampa.

[Comunicato stampa] NEAT è il nostro approccio all’interno della categoria Light e-MTB, che si presenta con quel carattere distintivo che definisce tutti i modelli Mondraker. Con NEAT abbiamo voluto cancellare la linea tra un modello tradizionale e uno elettrico ‘full power’, per creare una bici che contenga il meglio di entrambi i mondi. Un’enduro con 160mm di escursione della forcella e 150mm di escursione posteriore, in quanto abbiamo capito che è l’escursione ideale per ottenere il massimo dalla bici. Leggero, ma senza compromessi.

Mondraker Neat

Gran parte dell’identità di NEAT è il suo telaio realizzato con la nostra migliore tecnologia STEALTH AIR FULL CARBON, del peso di soli 2.300 grammi, equipaggiato con l’ammortizzatore Fox Float X e la forcella Fox 36 da 160mm (su tutti i montaggi). Un telaio che adotta la nuova configurazione cinematica ZERO SUSPENSION SYSTEM, con 150mm di escursione posteriore e geometria FORWARD GEOMETRY.
NEAT si completa con un set di ruote e pneumatici specifici per ebike, freni a 4 pistoncini e il sistema motore più avanzato e silenzioso sul mercato; il TQ-HPR50 con batteria integrata e rimovibile da 360Wh.

Mondraker Neat

Questa nuova categoria di e-MTB Light ci ha portato a sviluppare una cinematica specifica. Nel sistema di sospensione della NEAT debutterà una nuova configurazione cinematica, in cui l’ammortizzatore si trova in una disposizione più bassa, con un design più compatto, più rigido e più leggero. Questa ottimizzazione della cinematica si traduce in una maggiore sensibilità iniziale e in una maggiore capacità di assorbimento.

Mondraker Neat

Il design più compatto del telaio offre anche la possibilità di utilizzare reggisella più lunghi, più spazio per borraccie, attrezzi e range extender e un migliore rapporto tra peso e rigidità. NEAT ha un nuovo linguaggio di design applicato alle forme del telaio con linee più angolari e lati piatti, che si osserva principalmente nella parte anteriore del triangolo anteriore. Un’area, che insieme ai tubi superiori e diagonali, definisce l’identità di Mondraker, fornendo una nuova immagine estetica.

La leggerezza unica del telaio di soli 2.300 grammi, insieme al nuovo design della parte posteriore più compatta e leggera, rendono NEAT l’e-MTB più leggera nella storia di Mondraker, con un peso inferiore ai 18 kg nell’allestimento RR SL.

Geometria Mondraker Neat

Motore TQ

Per tutti i dettagli sul motore TQ vi rimando al mio test.

Prezzi Mondraker Neat

NEAT RR SL: 11.999€
NEAT RR: 9.999€
NEAT R: 7.999€

Allestimenti sul sito Mondraker

Commenti

  1. marco:

    non lo so, ma per 8 cucuzze prendersi una bici con Sram NX e freni G2 (si chiamavano così prima di chiamarsi Level) vuol dire che il peso non lo guardi perché non sai cosa stai comprando.

    Scusate i commenti sul prezzo, ma trovo veramente assurdo che in un periodo di mercato fermo Mondraker possa sparare queste cifre per una bici che comunque è difficile da vendere per una serie di motivi (motore light, durata batteria in primis).
    Forse se fossero dimezzati ne venderebbero qualcuna.
    Se vogliamo, si applica a tutte le eLight: i prezzi sono a partire da 7k (a parte sconti sui modelli precedenti e qualche rarissima eccezione, vedi la Rise ALU).
    Io continuo ad argomentare con i miei conoscenti che sarà un mercato di nicchia (in relazione al prezzo di vendita, chiaramente), come lo furono (e sono) le FAT bike: sembravano la panacea di tutti i mali, ma a conti fatti quanto son durate?
  2. mauru:

    Capisco. Sicuramente avere 400wh per i giri dietro casa e abbinare poi l'extender per arrivare a quasi 700wh per i giri "panoramici", è una strada interessante.
    Poi io sono uno di quelli che continua a dire che il salto tra muscolare (ok full da XC) ad elettrica (ok full da 150mm) non mi ha particolarmente turbato in discesa. Anzi, tempi non dico dimezzati, ma in qualche frangente migliori. Merito della maggiore escursione? Sicuro, ma non era che il peso doveva danneggiarmi e basta?
    Io dubito comprerò mai una eLight, a meno che non costino meno di una full-power, il che allo stato attuale è un'ipotesi abbastanza remota...Sicuramente vorrei provarne una, non tanto in salita, ma in discesa, ma dubito mi farà gridare al miracolo.
    Confrontare una XC con una ebike da AM non ha proprio senso.
  3. wally73:

    con una fox36@16o e un ammo con piggy e 150 su 29 non so cosa vi serva per fare enduro...
    montati su una bici da 19 kg... a meno che non siate ritchey rude...

    veramente a tutti servono dele 38?
    appunto perché non siamo Rude ci servono dei freni che frenino
Articolo successivo

Olympia Hammer: il test

Articolo precedente

Focus Italia presenta Ride Forever: valore infinito alla tua Ebike

Gli ultimi articoli in News

Nuova Focus VAM² SL

Focus presenta la sua nuova ebike leggera, la VAM² SL. [Comunicato stampa] VAM² SL è una…