Giù dalla Black Snake con Melandri, Marani e il Miglio

Giù dalla Black Snake con Melandri, Marani e il Miglio

06/10/2020
Whatsapp
06/10/2020

Marco Melandri, Pippo Marani e Stefano Migliorini si conoscono da quasi trent’anni, da quando insieme correvano in BMX. Marco era il più piccolo e nessuno immaginava la sfavillante carriera che avrebbe poi intrapreso nel mondo della moto. All’epoca, seguiva con ammirazione Stefano “Miglio”, più grande di lui, laureatosi Campione del Mondo di BMX a 17 anni e fuoriclasse della disciplina. Pippo, il più vecchio, era già allora una figura di riferimento dell’ambiente DH e Gravity.

Marco è diventato Campione del Mondo della classe 250, Stefano, dopo essere stato per anni un pro della DH, oggi ha creato THOK. Pippo è il custode della storia della MTB italiana, è il più famoso trail builder nazionale, conosciuto nel mondo per i suoi tracciati di DH come la temutissima “Black Snake”, che ha messo in riga tutti i biker più famosi.

Marco, Pippo, Miglio: la vita li ha portati su strade diverse, ma la comune passione per la bici li ha fatti rincontrare a Commezzadura (TN), ora che Marco ha lasciato anche la SBK ed ha deciso di tornare in bici. In e-mtb per essere precisi, e non una a caso ma la THOK, quella del Miglio, che da piccolo lo portava in giro, caricandoselo sulle spalle.

Marco vuole provare la Black Snake: è la sua prima volta sul percorso tracciato da Pippo per i pro. Stefano su questa pista invece ci è cresciuto e si è formato come biker.
Ognuno è in sella ad una THOK.

Marco è sulla sua MIG, quella che usa per allenarsi e gareggiare nelle competizioni di ebike. Geometrie e dotazioni sono per la gran parte di serie: Marco ha customizzato la MIG con sospensioni SUNTOUR con SAG al 30% (molto morbido visto il suo peso), cambio SRAM X01 a 12 velocità -11/50 al posteriore, freni SRAM Code, gomme Schwalbe “Magic Mary”, caratterizzate da mescola morbida, carcassa da DH, con all’interno Tecnomousse e pressione 1.2 bar all’anteriore e 1.5 al posteriore. Il motore è lo SHIMANO E8000, con setting: BASSO sull’assistenza ECO per non consumare troppa batteria; MEDIO su TRAIL per supportare la pedalata senza influire troppo sul gesto atletico; ALTO sul BOOST, per oltrepassare con prepotenza i punti più ripidi e tecnici senza disperdere energie fisiche preziose.

Pippo oggi prova la nuova MIG 2.0, presentata da THOK a giugno. La taglia M che gli ha portato Miglio è grande per lui, ma essendo il capo dei “randagi” (le glorie della DH italiana degli anni ‘90) è abituato a “raidare a vista” e ad adattarsi a tutte le condizioni. Si fa andare bene anche il SAG, un pò troppo morbido per il suo peso. Stefano, infine, è sulla sua TK01 LTD ed approfitta della discesa per provare nuovi componenti da utilizzare nella TK01 di serie, primo fra tutti il nuovo motore SHIMANO EP8 appena consegnatogli dai giapponesi.