Nuova Canyon Spectral ON con più escursione e più aggressiva

41

Canyon aggiorna la Spectral ON con una geometria più aggressiva e più escursione. Andiamo a vedere i dettagli nel comunicato ufficiale.

A partire dalle rapide uscite post lavoro alle grandi escursioni del fine settimana, la Spectral:ON è la e-mtb definitiva per tutti quei rider alla ricerca del divertimento. Il telaio leggero e la geometria giocosa suscitano sorrisi anche nelle giornate più difficili, mentre la potenza del motore leader del settore permette a ciascun ciclista di terminare le proprie escursioni ma non la batteria. Per il 2023, Canyon ha migliorato una delle migliori bici della sua categoria.

Grazie a un maggior numero di test e di feedback, il team di progettazione ha apportato quelle piccole modifiche che rendono la piattaforma, se possibile, ancora migliore della precedente. Perchè non c’è niente di più bello che uscire per una bella pedalata su una bici dinamica che infonde fiducia in discesa eliminando quasi del tutto l’ansia da autonomia. In poche parole, una bici creata per divertirsi all’infinito.

Al suo lancio nel 2022, la Spectral:ON ridisegnata ha posto le basi per la prossima generazione di e-mountain bike Canyon. La bici ha fatto qualcosa che era impensabile solo pochi anni prima. Ha unito una maneggevolezza da trail agile e scattante a una batteria da 900Wh leader del settore e ad un motore potente. Ora i ciclisti possono aspettarsi una e-MTB che dispone di un’enorme autonomia e che affronta rapidamente le salite, senza compromettere le prestazioni in discesa, caratteristica tipica delle mountain bike Canyon.

Ad eccezione del modello LTD, la nuova linea Spectral:ON è dotata di forcelle più grandi e robuste da 160 mm. Questo non solo rende la bici più sicura sui sentieri aggressivi, ma più stabile in velocità grazie all’angolo del tubo di sterzo più inclinato di circa 0,5 gradi. Un aggiornamento del motore Shimano EP8 (l’EP801) ne aumenta la potenza di picco a ben 600 watt e l’interfaccia della bici si collega alla nuova app Canyon per la localizzazione GPS e le notifiche di allarme in caso di manomissione della bici. I modelli 2023 presentano nuove colorazioni e, a grande richiesta, Canyon sta producendo più biciclette stealth totalmente di colore nero.

Con la Spectral:ON CFR LTD, Canyon ha realizzato una bici da sogno. L’ammiraglia è costruita attorno al telaio ultraleggero e resistente Canyon Factory Racing (CFR) che utilizza solo fibre di carbonio di altissima qualità. È dotata del motore Shimano EP801 aggiornato per la massima assistenza alla pedalata sui sentieri ripidi e del nuovissimo cambio SRAM XX AXS. Il nuovo deragliatore posteriore wireless non necessita del classico forcellino e si monta direttamente sul perno passante per un collegamento più sicuro e affidabile. Abbinato alla forcella Lyrik Ultimate di RockShox e all’ammortizzatore Super Deluxe Ultra, entrambi con controllo wireless Flight Attendant, si ottiene un equipaggiamento completamente elettronico all’avanguardia della moderna tecnologia per le mountain bike.

Per i ciclisti che non hanno bisogno dei migliori componenti, il resto della gamma Spectral:ON è più che in grado di affrontare un trail ride impegnativo. La Spectral:ON CFR ha lo stesso telaio senza compromessi del modello di punta ed è dotata di sospensioni FOX affidabili e cambio wireless Shimano. Scendendo di due pedali, la Spectral:ON CF 8 guadagna un po’ di peso ma aggiunge molto valore. Questa giocosa bici da trail interamente in carbonio è dotata di sospensioni FOX, di una trasmissione Shimano 12s e di ruote DT Swiss per una stagione all’insegna dello sterrato. Infine, la Spectral:ON CF 7 ha lo stesso motore e la stessa batteria del modello di punta, ma fa solo qualche rinuncia ai componenti di RockShox e Shimano.

La Spectral:ON CF 7 parte da 4.999 euro con una batteria da 720 Wh mentra la Spectral:ON CFR AXS costa 11.999 euro (con batteria da 720 Wh) o 12.399 euro (con batteria da 900 Wh).

La gamma completa sarà disponibile su canyon.com a partire da martedì 16 maggio 2023.

Commenti

  1. orli68:

    Carissimo ma la sella l'hai presa in prestito da questa....haaa haa haaa
    Ciao Ossol-Ano !
    Tutto bene ? ...la quota neve si è abbassata anche li ?
    Dai che prima o poi arrivo e ci facciamo una bella girata al SZimplon, invitiamo i tuoi coscritti @bracchetto scout e @Pietro.68 ad assaggiare il bettelmatt !
  2. orli68:

    Cribbio socio, qui di neve una mazza....questa è la Val Formazza vista da sotto...c'è vento freddo e pioggia fine ma altro nisba
    Pensa che già l'anno scorso come oggi arrivavamo in bici al passo San Giacomo oltre la diga del Toggia
    Si si Orli, lo so che neve nisba ma quel che intendevo dire è che fa ancora piuttosto freddo per il periodo e che per andare in alto bisogna attendere ancora un pò che scaldi e sciolga la poca che è venuta ultimamente.
    Questo è ciò che recita il bollettino Svizzero per la tua zona, che per noi uomini di confine è Il Vangelo:
    "Al mattino a nord delle Alpi abbastanza soleggiato, in seguito al pomeriggio più nuvoloso con qualche locale rovescio non escluso. In Vallese spesso nuvoloso con qualche precipitazione, specie nella seconda parte della giornata. Limite delle nevicate sui 2100 metri."

    Nei giorni scorsi il limite delle nevicate si era attestato fin verso i 1500 mt.

    :blush:
  3. Canyon scrive (sintetizzando): abbiamo disegnato la curva di compressione del carro per un ammortizzatore ad aria. A maggior ragione il design della sospensione posteriore con attacco "clevis mount" mal si adatta agli alberi piccoli degli ammortizzatori a molla. 2 Ottime ragioni per non montarlo poi ognuno coi suoi soldi e la sua bici fa quello che vuole ( più o meno le stesse per cui non e' profittevole mettere un molla su Rise e Levo ad esempio)
Articolo successivo

Valtellina in MTB: sentieri, Bitto e vino rosso

Articolo precedente

440 Ebikers al Thok Tribe 2023

Gli ultimi articoli in News