News #BH bikes

Nuova BH iLynx Race Carbon

Nuova BH iLynx Race Carbon

Staff, 14/01/2021
Staff, 14/01/2021

[Comunicato stampa] Parlando di geometria, leggerezza, rigidità, estetica e sensazioni… nessuna bicicletta elettrica era mai stata così vicina alla propria sorella tradizionale in termini di sensazioni di guida come la BH iLynx Race Carbon derivata dalla sorella Lynx Race EVO.

[youtube v=”zMFeEfLxlDQ”]

 

La corsa per la creazione della e-MTB ideale ha sempre seguito un percorso chiaro: cercare di renderla quanto più simile possibile alla sorella “muscolare”. Ottenere un peso contenuto, una buona rigidità, un’estetica da bicicletta tradizionale, una geometria che vi si avvicini il più possibile… tutto ciò per rendere le sensazioni di guida della bicicletta elettrica uguali a quelle di una bicicletta convenzionale. La nuova BH iLynx Race Carbon assottiglia il confine tra loro quale riferimento delle e-MTB leggere.

Autonomia da record su una e-MTB leggera

Leggerezza e autonomia non devono opporsi nella concezione di una ebike. Il telaio della iLynx Race Carbon integra al suo interno una batteria che fornisce 540 Wh. Il design consente che le forme del tubo diagonale siano praticamente identiche a quelle della sorella sprovvista di motore. Con lei si ha un’autonomia fino a 130 km.
Ma c’è di più. Grazie alla batteria aggiuntiva XPro è possibile aumentare l’autonomia di 180 Wh per ottenere 720 Wh. Si tratta di una batteria a forma di borraccia con collegamento Plug & Ride, che si collega nel portaborraccia XPro come se si trattasse di una borraccia tradizionale, senza necessità di cavi, consentendo di godere di un’autonomia incrementata fino a 175 km.

Un motore unico per una e-MTB unica

Oltre 10 anni di esperienza nella realizzazione di ebike hanno consentito a BH di creare un proprio motore, il BH 2ESMAG. È estremamente compatto, molto leggero (appena 2,2 kg), silenzioso e potente. Vanta una potenza di 250 W e una coppia massima di 65 Nm. Uno dei tratti distintivi è che non genera alcun attrito aggiuntivo sulla trasmissione quando si pedala, così a partire dai 25 km/h è possibile sfruttare tutta la forza della nostra pedalata. A ciò si aggiunge un Q-Factor ridotto di appena 163 mm, il che si traduce in una posizione di pedalata naturale ed efficace. Ha a disposizione 4 modalità di assistenza e un comando di selezione discreto e comodo posto sul manubrio.

X Display e connettività con Garmin

L’X Display offre tutte le informazioni necessarie sul percorso, oltre a consentire di configurare le regolazioni della potenza e dell’accelerazione del motore. Lo schermo LCD a colori è visibile anche in condizioni di illuminazione solare diretta ed è compatibile con ANT+ e Bluetooth. L’X Display è minimalista e si integra all’interno del manubrio per proteggerlo da eventuali colpi.

Grazie al collegamento ANT+, è compatibile con i dispositivi Garmin, così da poter visualizzare tutte le informazioni necessarie durante la percorrenza, quali la percentuale della batteria, la cadenza, il livello di assistenza o l’autonomia.

Tutte le chiavi del successo della BH Lynx Race EVO

Alcune settimane fa abbiamo presentato la BH Lynx Race EVO, colma di novità tecnologiche. Il grande successo ha avallato il lavoro svolto per questo lancio chiave. La BH iLynx Race Carbon trae vantaggio da tutto ciò. A livello visivo risulta evidente che è completamente ispirata a lei e ne eredita tutte le soluzioni introdotte. A partire da un telaio leggero in carbonio costruito con la tecnologia HCIM che ferma l’ago della bilancia ad appena 2.050 grammi. Una cifra spettacolare per una e-MTB.

Offre inoltre il nuovo snodo principale sovradimensionato, aspetto chiave per l’elevato livello di rigidità vantato dal telaio, aspetto di particolare importanza per una ebike. La sospensione è garantita dal sistema Split Pivot, con la nuova configurazione di biellette che garantisce un funzionamento inizialmente sensibile e progressivo durante l’intera escursione. Al pari della BH Lynx Race EVO, è possibile richiedere il telaio con escursione di 100 o 120 mm in base alla versione scelta, utilizzando lo stesso telaio. È sufficiente cambiare l’ammortizzatore. In termini di geometria si sottolineano foderi molto compatti di appena 453 mm e un angolo di sterzo di 67º, accompagnato da un buon reach. La formula già nota della BH Lynx Race EVO applicata alla sorella e-MTB.

L’integrazione va un passo oltre con con tutti i cavi interni a partire dallo sterzo, garantendo un telaio pulito come non mai dal punto di vista visivo.

FIT, tutto il necessario sempre con te

L’attacco manubrio progettato e brevettato da BH consente di ricavare uno spazio utile all’interno del tubo della forcella per alloggiare una completa serie di attrezzi con una integrazione unica. Il sistema FIT (Fast Intervention Tool) si fissa all’interno del tubo di sterzo e consente di avere sempre con sé tutto il necessario per riparare qualsiasi guasto frequente in montagna. Sono inclusi gli attrezzi H2.5/3/4/5/6, T25, uno smagliacatene, un adattatore a CO2 e un attrezzo di bloccaggio rapido della catena. Inoltre, è possibile aggiungere una cartuccia di CO2. Tutto integrato nella bicicletta in modo invisibile.

4 colori di serie e 32.000 opzioni di personalizzazione

La nuova iLynx Race Carbon è disponibile in 4 colori diversi. Inoltre, è entrata a far parte del programma BH Unique, grazie al quale è possibile personalizzarne completamente l’estetica grazie a 32.000 combinazioni di colori diversi tramite il configuratore online.

La gamma iLynx Race si compone di 4 modelli, 3 dei quali con un’escursione di 120 mm e il più “racing” di tutti da 100 mm. Il modello top di gamma vanta un peso di appena 16,8 kg completamente equipaggiata per divorare qualsiasi percorso.

BH Bikes

 

Commenti

  1. amx132:

    ...a me personalmente piace molto......vengo dal mondo XC , mio figlio è agonista ha corso in XC e enduro e posso dire che con 120 di escursione fai quasi tutto. Mio figlio con una front da 100 passa su trail dove gente con enduroni non si avventura. Io ho appena ritirato una Orbea Wild FS LTD......ma dico la verità se questa fosse uscita prima o riuscissi a venderla subito mi comprerei la BH 120.....anzi in salita è molto più pedalabile e anche se in discesa perde qualcosa.....arrivi con qualche minuto di rirado ma ci arrivi.....tanto non stiamo facendo speciali da enduro....
    :) :):)
    Hai detto bene,ci si dimentica a volte di quanto le gomme ed il manico facciano tanto,ma proprio tanto
  2. sideman:

    occhio a non dirlo troppo che poi ti bruciano come eretico
    ricordo come fosse ora, ad uno che aveva sbagliato completamente acquisto comprando una stilus accorgendosipoi di usarla
    soloin città ci fu una rivolta quando dissi che era ancora in tempo per un reso...
    "...ma la stilus è un 150... è anche più comoda.... di una front..."

    ho abbandonato, ho costruito una catasta di legno e mi sono dato fuoco da solo....
    :joy: :joy: :joy: :joy: :joy: :joy:
  3. Fabio B.:

    Ho letto in ritardo, ma con molto interesse tutto i vostri commenti. Il motivo è che sto seguendo ogni notizia su questa bici di cui non ci sono ancora tracce in giro.....
    Con lo stesso interesse sto seguendo la Orbea Rise che ho avuto modo di provare e di cui sono stato più che soddisfatto. Li però ci sono escursioni da 150 e una impostazione più vicina all’enduro.
    Considerato che io provengo dall’xc, dove ho gareggiato già dai tempi delle forcelle rigide (!), ed uso ancora un pezzo da museo con ruote da 26, con la quale do paglia e fieno a “e-moto” con forcelle da 180 e ruote da 2.5/2.6, penso che potrei trarre più soddisfazione dalla BH, molto pedalabile è più tuttofare che dall’Orbea (considerato che voglio una bici che mi permetta di uscire con un gruppo di “elettrici” e a me piace ancora pedalare e faticare).
    Avrei piacere di sentire un vostro parere....
    Fossi in te proverei anche la eZesty, l'ho provata neanche 2 settimane fa, sarebbe la mia seconda bike ideale se potessi per spazi e costi mantenerne due, cosa purtroppo ora non fattibile.
    Pedalata a motore spento e sembra di pedalare una enduro classica, pesa poco più con batteria e motore, come una enduro normale senza, giocosa e agile e il prezzo è in linea con la BH, il motore non spinge come un CX Gen4, un EP8 o similari ma neanche molto meno di u E-8000, ma col minor peso già basta e avanza per uno medio allenato.