Technomousse Red Poison: dettagli e montaggio

Technomousse Red Poison: dettagli e montaggio

11/06/2020
Whatsapp
11/06/2020

Technomousse, azienda bresciana con una lunga esperienza nel settore motociclistico, ci ha mandato uno dei suoi due sistemi di protezione del cerchio della linea Black Mamba, il Red Poison.

Il contenuto della confezione

Costruito con una mescola di derivazione motociclistica a cellule chiuse è stato ideato per un utilizzo tubeless. In sostanza si tratta di un anello di materiale rosso, molto resistente, dalla forma trapezoidale con una scanalatura che va ad entrare nel canale del cerchio, per tenerlo in posizione anche in caso di runflat.

Il salsiccioto rosso fuoco. Si vede bene la scanalatura che va ad appoggiarsi nel canale del cerchio

Esteticamente assomiglia molto alla soluzione adottata da un’altra casa (Cushcore), ma il materiale sembra, almeno al tatto, più resistente. Il salsicciotto viene fornito assieme ad uno speciale adattatore per la valvola tubeless, che permette all’aria di defluire lateralmente.

Lo speciale adattatore per la valvola tubeless

Con un peso di circa 240g nella versione 29” ed un costo di 85 euro al pezzo, siamo nella media dei sistemi con queste caratteristiche. Sia la versione in 27.5” che in 29” (testata) sono compatibili con coperture che vanno da 2.35 a 2.5″.

Features e benefits (secondo Technomousse)

Non si taglia
Non si sgretola
Non ha data di scadenza
Estrema leggerezza
Easy Fit
100% Made in Italy

Montaggio

Sul sito di Technomousse un video illustra in maniera molto chiara come installare il salsicciotto. Il montaggio è fattibile anche senza l’apposito strumento, utilizzando delle semplici leve per copertoni.

L’occorrente per il montaggio:

In alternativa all’adattatore per la valvola esistono in commercio valvole appositamente studiate per questi sistemi. La birretta serve a distendere i nervi, soprattutto se è la prima volta che si monta un sistema simile. Ecco come è andata:

Montaggio tutto sommato semplice, se si ha già avuto a che fare con sistemi simili. Io l’ho montato su cerchi DT Swiss con canale interno da 30mm e con coperture Maxxis con carcassa Exo. Dal mio punto di vista il vantaggio di questi sistemi è proprio quello di poter utilizzare copertoni con carcasse più leggere, cosicchè il fattore “peso aggiuntivo” non si fa sentire.

Per fare un esempio un montaggio con Maxxis Dissector Exo + Red Poison viene a pesare circa 1155g (915+240), mentre lo stesso copertone, con carcassa Double Down pesa da solo 1170g (dati forniti da Maxxis).

Perché scegliere allora di montare un copertone con carcassa leggera e un inserto piuttosto che un copertone rinforzato? Principalmente per due motivi:

  1. La protezione del cerchio. Questo sistema (ma anche altri sistemi simili) va a riempire il canale e a proteggere la spalla del cerchio, rendendo impossibile le fastidiose bozzature sui nostri cari (in tutti i sensi) cerchi.
  2. La possibilità di girare con pressioni più basse. Technomousse in questo caso consiglia di scegliere una pressione di 1.4 bar. Personalmente sono sceso, con altri sistemi simili, fino a 1.1 / 1.2 all’anteriore e 1.4 al posteriore, senza bucare e senza daneggiare il cerchio.

La bici è pronta, la birretta per fortuna non ho dovuto aprirla, quindi inizierò da subito a testare il Red Poison. Arriveranno presto aggiornamenti.

Testo e foto di Manuele Ghirlanda

 

Commenti

  1. Non ho in test questo prodotto.

    In linea di massima ho capito che il materiale utilizzato per la costruzione dei vari "salsicciotti" fa la grande differenza. I più leggeri in materiale espanso, sono quelli che deteriorano più velocemente e garantiscono meno protezione al cerchio su grossi impatti, però sono leggeri adatti ad un uso poco gravoso.
    Invece quelli in EVA, sono i più robusti e performanti anche a bassissime pressioni o in run flat, però se sono troppo densi (duri), restituiscono un feeling peggiore negli impatti, di solito sono anche pesantucci.
    Poi ci sono quelli con sezione non tonda in EVA, che dovrebbero riuscire a proteggere il cerchio e gomma dalle pizzicate, perdendo le capacità di sostegno in runflat e abbassando molto il peso.
    Esistono anche altri polimeri elastici/gommosi ma non li ho mai provati.

    In conclusione, credo, che non esista un prodotto perfetto per un utilizzo universale, ma che vada scelto per ogni esigenza specifica, valutando anche la carcassa della gomma, il cerchio, i terreni che si percorrono e lo stile di guida.
  2. Daiwer:

    Come hai messo il lattice? dopo aver montato tutto con la siringa attraverso la valvola? o direttamente stallonando un lato dello pneumatico?
    In entrambi i modi, nel primo montaggio l'ho messo prima, al cambio copertone mi ero scordato e l'ho messo dopo, ha dei fori e il liquido passa comunque, bisogna stare attenti a montarlo bene altrimenti si tappa la valvola, quando si monta conviene tirarlo bene prima, perché altrimenti si allunga dopo un po' io l'ho dovuto tagliare 2 volte
  3. kilowatt:

    Secondo te qual è il miglior salsicciotto per limitare le forature senza usare alcun lattice e tornare a casa se buchi (con gomme robuste)?
    quello che hanno a catalogo gli stessi che producono questo prodotto.
    vai a vedere nel loro sito.