News #trek

Nuova Trek E-caliber

Nuova Trek E-caliber

marco, 25/02/2021
marco, 25/02/2021

Trek presenta una bici elettrica da cross country, la E-caliber. Con soli 15.77 kg dichiarati per il modello di punta, motore Fazua con batteria da 250W e un telaio completamente in carbonio, la E-caliber è pensata per andare come missili sfruttando i 60mm di escursione posteriore abbinati ai 120mm della forcella.

Il sistema di sospensione Isostrut è lo stesso del modello classico usato anche nelle gare di coppa del mondo di XC. Si tratta di un ammortizzatore ad aria integrato nel telaio, creato in collaborazione con gli ingegneri di casa Fox, dotato di lockout completo tramite remoto a manubrio.

È racchiuso in un montante strutturale, integrato appunto nel telaio, appositamente progettato per prevenire quelli erano i difetti delle attuali biammortizzate, infatti esso è in grado di eliminare movimenti di torsione, flessione e deflessione dell’ammortizzazione nel momento in cui è in funzione.

Motore e batteria

La Trek E-caliber si affida a Fazua, con il suo sistema di motore/batteria estraibili e tre livelli di assistenza configurabili tramite app.

Il peso del sistema motore/batteria è di 2.75 kg.

Pesi

Geometria

Rispetto al modello classico, il reach è più lungo e l’angolo sterzo più aperto.

Prezzi

E-Caliber 9.6: 6.799€
E-Caliber 9.8 GX: 8.399€
E-Caliber 9.8 XT: 8.399€
E-Caliber 9.9 XTR: 11.999€
E-Caliber 9.9 XX1 AXS: 12.999€

Montaggi sul sito Trek.

 

 

Commenti

  1. Gorilla127:

    Se Sempre più case stanno proponendo questa tipologia di bici vuol dire che la richiesta e quindi il Mercato c'è
    Oppure I laureati di marketing di orbea Specialized rotwild trek... sono dei co***ioni perché voi sapete già che queste cose non funzionano
    È giustissimo che l offerta si ampli con queste ebike leggere,spinte proprio da marchi importanti e famosi per le mtb tradizionali che cercano di fidelizzare i ciclisti che ancora non sono passati al lato oscuro dell assistenza e che non vogliono tradire il proprio credo sulla leggerezza e sulle propria preparazione fisica.
    Il fatto che la leggerezza di queste bici non sia altro che il risultato di batterie piccole e motori meno potenti non lo vedo questa gran rivoluzione, ma solo lo studio del marketing per far leva su i ciclisti che sono convinti che se l aiuto del motore è poco ( e che magari la bici viene scambiata per una tradizionale) non saranno visti così male dagli amici integralisti delle muscolari.
    Marketing malefico.
  2. Ganfo:

    Guarda che è chiaro che quello delle ebike leggere sia un settore in grande sviluppo.
    Il dubbio riguarda questo modello di Trek: francamente mi sembra strano che una persona interessata a una bici da XC così spinta possa decidere di prendere una elettrica.
    Un po' come, passami la metafora, comprare una moto da MotoGP e far montare le rotelline...
    Poi so già che verrò smentito e ne venderanno a carrettate! o_Oo_Oo_O
    ah no no! su questo...pienamente d'accordo. la tipologia di telaio e sospensione...per me è la meno adatta in assoluto.
    quello che approvo è l'ingresso di competitor nel settore specifico.
    e detta tutta....porterà anche allo "sdoganamento" della porzione agonistica "marathon, top class, xc" con categorie dedicate, visto che, al momento...ci si cimenta (malamente...perchè pochi organizzatori ci credono) con mezzi troppo pesanti e, francamente, anche inadeguati alla tipologia di percorso.
    chi ci ha visti al Ciocco...sa di cosa parlo: nei tornanti...non giravi, nei (pochi) pezzi in piano...l'uscita del motore ti murava.
  3. Marketting? A parte questo, il concetto di provare a fare una eMTB superleggera, ma in generale direi di fare una elettrica, è molto meno adatto al segmento XC/marathon dove si colloca la e-caliber. Se ho la gamba allenata e voglio correre e quello che mi interessa sono la BDC o una XC ... difficilmente guarderei un'elettrica specialmente se la cosa che mi interessa di più è il peso. Non a caso nei listini dei vari produttori le proposte di questo tipo sono ... "rare".