male sedere ebike

Male al sedere in Ebike? Risolviamo

23

Il male al sedere quando si pedala una Ebike è un problema che affligge sia i principianti che i ciclisti incalliti. Ci sono diverse soluzioni, a seconda della propria conformazione fisica e della disciplina che si pedala.

Male sedere in Ebike: il fondello

Il primo elemento da tenere in considerazione, per evitare di avere male al sedere, è quello di acquistare un buon fondello. Il che non vuol dire avere un pannolone superimbottito, ma un fondello di qualità, senza cuciture, antibatterico e che non vada a sfregare contro l’interno coscia quando si pedala.

Famosi sono i fondelli di marchi come Assos o Castelli. Fra l’altro Assos ha creato una linea appositamente per la mountain bike. Qui trovate diverse opzioni. Se non volete spendere così tanto, ottimi sono anche i boxer di Craft, che si adattano ad ogni pantalone corto e non hanno le bretelle, lasciando più libertà durante i giri lunghi.

La sella

Ogni sedere ha la sua sella“. Niente di più vero. Impossibile consigliare una sella che vada bene a tutti, innanzitutto per la diversa larghezza delle ossa ischiatiche, e poi per la sensibilità personale ai punti di contatto. C’è un articolo molto approfondito sulle varie selle antiprostatite, con soluzioni veramente originali per venire incontro anche ai disturbi più particolari.

Uno dei marchi di più successo è sicuramente SMP, facili da riconoscere per il loro naso ripiegato verso il basso.

Quello che vi posso consigliare è di provare, provare e provare. Una volta trovata la sella giusta per voi, tenetevela stretta e portatela da bici a bici.

Per le tipologie di sella a seconda della disciplina che si pratica vi rimando al video.

In collaborazione con Bike Lab Torino.

 

Commenti

  1. Qualcuno di voi ha dolore solo da un lato?
    Avendo la gamba destra più corta di 8 mm di conseguenza l'ischio destro stando più in basso preme di più sulla sella , per cercare di compensare un pò ho messo un plantare di sughero solo sulla scarpa destra e ho spostato la tacchetta 5 mm in avanti in modo da avvicinare il piede verso di me e diminuire la compressione.
    A volte non fa male e a volte no , se qualcuno ha qualche dritta.....
  2. mariogio:

    Io uso Coprisella Memori Foam Decathlon 10 euro, a volte pedalo anche per 4/6 ore, risolto il mio problema. Mario
    Io ho provato,ma spostato subito sulla cyclette....preferisco buon fondello (non necessariamente spesso) e sella poco imbottita.
  3. Sante75:

    Qualcuno di voi ha dolore solo da un lato?
    Avendo la gamba destra più corta di 8 mm di conseguenza l'ischio destro stando più in basso preme di più sulla sella , per cercare di compensare un pò ho messo un plantare di sughero solo sulla scarpa destra e ho spostato la tacchetta 5 mm in avanti in modo da avvicinare il piede verso di me e diminuire la compressione.
    A volte non fa male e a volte no , se qualcuno ha qualche dritta.....
    la prima contromisura e' regolare l'altezza sella sulla gamba piu' corta. il bacino tende ad essere tirato in basso dalla gamba corta, soprattutto se questa e' forzata ad estendersi troppo. prova a pedalare con la sola gamba corta ad una altezza che ti permetta di sentire ancora la spinta quando il pedale si trova tutto basso. se in quel punto ti sembra di "perderlo leggermente" sei troppo alto.
    fino a 8-10mm spesso non si fanno compensazioni con spessori. quando si decide di farle sono pari ad un 1/3 max 1/2 della dismetria. spostare avanti la tacchetta puo' non essere una grande idea. da un lato "allunghi" l'arto ma dall'altro c'e' il rischio che ti cada di piu' il tallone in fase di spinta finendo per forzare una maggiore estensione dell'arto che poi ti rita giu' il bacino.
    in sostanza verifica di non essere troppo alto e di non avere le tacchette troppo avanzate.
Articolo successivo

Thok Dream Kit

Articolo precedente

All Around Emtb Race: attenti al lupo!

Gli ultimi articoli in Tech Corner