Il futuro è dello sport all’aria aperta

45

Guardare in avanti è l’unico modo per non cadere in depressione da quarantena. Per noi mountain biker ancora di più, visto che in diversi Paesi, fra cui l’Italia, è vietato praticare sport all’aperto. Sbeffeggiati, additati a nemico pubblico numero uno, sgridati da concittadini frustrati, ora chiusi in casa insieme a runner e chiunque altro volesse ossigenare il cervello nel rispetto delle norme antivirus.

Gli untori che praticano sport hanno però davanti a sé una rivincita enorme: anche chi ci dà contro si troverà a fare i conti con un modo di vivere che non sarà più lo stesso di prima, perlomeno fin quando non verrà trovato un vaccino. Palestre, spogliatoi, eventi al chiuso con tanta gente, sono tutti destinati ad essere ignorati a lungo per paura del contagio.

Il modo più sicuro per muoversi sarà quello di stare all’aria aperta, lontano dagli altri. Proprio come fa chi va in MTB. Magari noi dovremo stare attenti alle uscite di gruppo, ciò non toglie che non è un problema rispettare la distanza sociale mentre si pedala. E voi, sceriffi da balcone ed isterici al volante, vi dovrete adattare o rassegnarvi ai vostri travasi di bile mentre ingrassate e rinstupidite davanti al televisore.

Foto di copertina di Filippo Macalli

Commenti

  1. Lasciando stare il decreto tu Ne senti l assoluto bisogno di farlo? Se non lo fai cosa ti succede? Direi nulla!
    E Qui si inizia a parlare del famoso senso civico, questo sconosciuto.
  2. The luka:

    Certamente e piu volte.

    E tu hai visto cosa sta succedendo in italia è nel mondo? Che si definisca frustrato chi ribadisce a pochi (per fortuna) fenomeni in giro a correre o in bici a me non va proprio giù.
    le parole untore, per gli sportivi, e frustato, per chi li critica, sono forti ma fanno capire come la pratica degli sport individuali all’aria aperta abbia esasperato gli animi.
    I richiami, e in alcuni casi gli insulti, sono iniziati molto prima che un decreto vietasse qualsiasi attività all’aperto.
    Vorrei ricordare che i primi decreti, seppur non chiari tanto da richiedere delle precisazioni, permettevano di usare la bici anche con finalità ricreative ma con alcune limitazioni. Quindi chi usciva, rispettando i limiti, non violava nessuna legge però è stato fortemente criticato se non peggio da chi contemplava come unica opzione il rimanere a casa a tutti i costi. Da un po’ c’è un divieto assoluto che spero sia rispettato da tutti.

    Parole forti a parte, ho trovato che il messaggio più importante sia quello che, a divieti rimossi, i bikers, e più in generale chi pratica sport all’aria aperta, potrà tornare velocemente a divertirsi e a coltivare le proprie passioni
  3. kris911:

    Anche io la ho fatta e ancora oggi maledico quell 'anno buttato nel cesso (ti faccio presente che in quell'epoca molti chiamati alle armi avevano altro da fare, es. aziende o attivita' familiari, non cazzeggiavano tutti)
    Altro che un mese di vacanza forzata in casa... Ma perfavore...

    Ma poi cosa stai dicendo? Ma sai dove è stato coniato l'espressione "non passa piu'?" Secondo te è nata perche la gente in caserma si divertiva a fare le marce? :no_mouth:
    dipende sempre da come si prende la cosa e dove si fa l anno di naja, è vero che pure io ho buttato via un anno di lavoro, ma ho anche imparato cose utili, e non parlo sell addestramento militare che forse ho imparato di più col tiro a segno della fiera di paese, o a far scoppiare i petardi a capodanno, ma ho imparato ad arrangiarmi da solo, gestire le mie finanze, stare lontano da casa, adattarmi e seguire delle regole.
    Quindi alla fine non è stato proprio un anno buttato via , poi ognuno la pensa come vuole, io personalmente ne sono uscito migliorato.
    Fine OT.. ;)
Articolo successivo

Nuova Forestal Syrion

Articolo precedente

[Test] Andreani Pro-Impact

Gli ultimi articoli in News

Nuova Haibike Lyke

Haibike presenta la sua nuova ebike leggera, la Lyke. 140mm di escursione anteriore e posteriore, ruote…

Nuova Pivot Shuttle SL

Pivor presenta la versione leggera della Shuttle, dotata del nuovo motore Fazua con batteria da 430Wh,…