Test

[First ride] Nuova Thok TK01 con Shimano EP8

[First ride] Nuova Thok TK01 con Shimano EP8

Mirko Isetta, 11/09/2020
Mirko Isetta, 11/09/2020

Thok presenta la nuova TK01, una ebike con 170mm di escursione anteriore e posteriore, dotata del nuovo motore Shimano EP8. Il telaio è in alluminio, predisposto per avere una ruota da 29 pollici davanti e una da 27.5″ dietro.

Ho avuto la possibilità di provarla in anteprima qualche giorno fa. Nel video trovate tutti i dettagli e anche le prime impressioni di guida. Più sotto ci sono le geometrie, l’allestimento completo e il prezzo.

YouTube video

 

Geometria

Allestimento e prezzo

Thok Ebikes

 

Commenti

  1. Alla fine non credo che il piano di thok sia offrire ebike low cost, si son fatti conoscere con ottimi prezzi, ora forse è il momento di non vendere il prezzo ma il prodotto..
    La scelta mi pare corretta, penso che anche da parte dell'imprenditore sia piu soddisfacente vendere bici xche sono di qualita e non solo perche si posizionano in una fascia low cost..
    Specialized se avesse prezzi alla cube non sarebbe così famosa..
  2. kilowatt:

    Non vorrei andare Ot. Ma concordo con @eagerly . Un brand di successo non si costruisce partendo bassi o alti coi prezzi, piuttosto che spacciandosi per "fighi" o similari. È un lavoro fatto di tante cose. Alla base c'è sempre un ottimo prodotto, caratteristiche distintive e idee azzeccate. Poi il resto. In Thok vedo ottime cose ma non caratteristiche distintive, quindi difficilmente farà il botto (imho)
    Non penso che nei piani e obiettivi di Thok ci sia mai stato di fare il botto, ma di ritagliarsi una spazio interessante fatto soprattutto da appassionati nel mondo della e.bike
  3. sideman:

    Certo,
    avranno fatto un business plan con budget ed obiettivi, difficile giudicare non conoscendoli...ci vorrebbe qualcuno dal'interno che spiffera i dati e come sono messi rispetto ai budget o revised budget obiettivo, ma da fuori soprattutto con questo tipo do prodotto si capisce male.
    Poi ripeto, per me loro puntano soprattutto sull'artigianalità del progetto, sul suo equilibrio e sul pedegree di avere un brand fatto in casa (o quasi).
    Almeno questo mi pare di aver capito
    Certo. Parliamo in teoria, delle nostre opinioni. La mia è che Thok stia facendo, come filosofia, una cosa simile a quella fatta dai Castiglioni con MvAgusta. Ovviamente da zero, perché Mv aveva comunque un blasone storico (sfruttato male). La sintesi: faccio un prodotto figo (per varie ragioni) e lo vendo. La differerenza più grossa è che Mv, nelle moto, come prezzi è quasi fuori mercato. Thok invece gli anni passati viste le vendite dei modelli di punta poi ne ha fatti anche a prezzi più popolari. Dicevo, a me suona così. Faccio un prodotto figo e di nicchia. Con presupposti prestigiosi: vedi i nomi dei fondatori/animatori del progetto e la "vicinanza" con Ducati. Faccio un prodotto un po' particolare, sapendo però che ho un budget limitato: vedi la politica di cambiare raramente i modelli che da quest'anno hanno messo in positivo citando fra i loro plus "No Model Year". Vale a dire: la prendi e non hai l'assillo che l'anno dopo (o due anni...) sia superata. O vedi la vendita online (cui poi sono corsi ai ripari coi Thok point). E pensano che questa filosofia, oggi e in questo mercato, paghi. Secondo me no. Non basta. Dovrebbero fare almeno bici indiscutibilmente molto belle (Specy, Yt Decoy...) e con quel qualcosa in più, di diverso, distintivo. Il modello precedente non ce l'aveva: sicuramente era un'ottima bici per carità (non parlo di guidabilità non è quella che ti fa vendere). Il nuovo modello non ce l'ha: mi sembra una ebike come altre, per di più col motore più "popolare da pigliare sul mercato". E questo essendo un marchio italiano mi spiace molto. Ma è quello che penso: mia personalissima opinione
 

POTRESTI ESSERTI PERSO