[Test] Abbigliamento invernale Alpinestars

126

Alpinestars è un marchio fondato in Italia nel 1963. Il loro primo prodotto fu uno stivale da motocross rivoluzionario per l’epoca, da allora l’azienda si è evoluta ed è impegnata su più fronti, dal settore motociclistico a quello della MTB, la produzione spazia dall’abbigliamento alle protezioni. Alcuni mesi fa abbiamo ricevuto un kit di abbigliamento invernale che ho messo alla prova appena il freddo ha iniziato a farsi sentire. Il distributore per l’Italia per quanto riguarda il settore ciclo è DSB.

Denali Vest

Lo smanicato Denali è stato studiato per un utilizzo all mountain e trail, ha una vestibilità aderente grazie ai pannelli laterali in tessuto elasticizzato e la parte posteriore allungata che copre bene la zona lombare, garantisce un buon mantenimento della temperatura sul busto per via dei pannelli imbottiti in Primaloft sulla parte frotale e posteriore.

Nella parte frontale abbiamo a disposizione due tasche “scaldamani” nelle quali è possibile inserire comodamente anche uno smartphone, al posteriore è stata posizionata un’ampia tasca per ospitare gli oggetti più voluminosi quali un impermeabile, tutte le tasche esterne sono chiuse da zip. All’interno sono presenti due tasche verticali nella quale ero solito mettere un paio di guanti di scorta, ma potrebbe ospitare anche una mascherina o una cartina. La Denali Vest è molto curata a livello di finiture con zip di alta qualità e una bordatura di protezione sia nel giro manica che giro vita.

Denali Vest

Denali Shorts

Questo pantalone è perfetto in accoppiata con la Denali Vest e ne condivide la stessa costruzione, materiali e filosofia. Anche qui abbiamo un’imbottitura in Primaloft sulla parte anteriore per mantenere caldi i quadricipiti femorali, e una parte in materiale elasticizzato per favorire il movimento di pedalata senza generare costrizioni.

La parte della seduta è in un materiale molto robusto ad abrasioni e sfregamenti. Il girovita è elasticizzato e regolabile tramite due velcro posizionati sui fianchi, la chiusura è a gancio ed è presente anche la zip. Sulla parte frontale-laterale sono presenti due zip per creare un ricircolo d’aria e gestire al meglio la temperatura corporea. La fascia interna alla cintura è in un materiale morbido per migliorare il comfort a contatto con la pelle. Il Denali Shorts è sprovvisto di tasche.

Denali Shorts

Andres Tech Shirt

Può sembrare una classica camicia di flanella da boscaiolo, invece è un vero e proprio capo tecnico per la pratica della MTB, è costruita con un materiale misto cotone/poliestere sufficientemente caldo e traspirante per essere utilizzato come capo unico nelle giornate fresche.

All’interno della camicia è stata inserita una membrana antivento per proteggere maggiormente dal freddo la zona petto e spalle. Il taglio di maniche e busto è sagomato per agevolare la posizione di riding, sono presenti anche dei rinforzi gommati sui gomiti per aumentarne la robustezza. La chiusura è assicurata da classici e robusti bottoni a clip per mantenerne un look classico, gli stessi bottoni sono presenti anche sui polsini per poter gestire il flusso d’aria in ingresso o per arrotolare le maniche se necessario.

Nella parte destra del petto troviamo una tasca a soffietto con chiusura clip nella quale inserire piccoli oggetti da tener a portata di mano, quali barretta energetica o lo straccetto per pulire gli occhiali. Nella parte posteriore abbiamo sulla destra una tasca nascosta ed impermeabile, chiusa da una zip, che può ospitare uno smartphone al riparo dalle intemperie, alla sinistra un inserto riflettente con marchio Alpinestars e un asola per attaccare una luce posteriore per rendersi visibili di notte.

Andres Tech Shirt

Cirrus Glove

Sono dei leggeri guanti invernali dal taglio classico, costruiti con materiali traspiranti ed elasticizzati per favorirne la vestibilità. La parte superiore è antivento per proteggere dal freddo le dita e il dorso della mano, mentre la parte del palmo è più leggera e traspirante per gestire al meglio la sudorazione, sul dorso è presente il logo riflettente Alpinestars.

Sui polpastrelli di indice, medio e pollice, e sul palmo ci sono dei rinforzi in materiale gommato per aumentare la protezione alle abrasioni e il grip sulle manopole. All’interno il guanto si presenta con una finitura felpata, calda e piacevolmente confortevole. Questi guanti sono compatili con l’uso di dispostivi touchscreen, quindi non sarà necessario toglierli per operare sugli schermi nonostante si perda un poco di sensibilità.

Crew Socks

Calze in polipropilene con design differenziato per piede destro e sinistro, sono piuttosto alte arrivando a coprire buona parte della tibia, la parte plantare è rinforzata, come pure la zona delle dita e del tallone. La vestibilità è aderente sia sul piede che sulla caviglia. Queste calze sono da definirsi multistagionali, il materiale utilizzato riesce ad evacuare molto bene il sudore ed è resistente a lavaggi ripetuti. La calza ha un look racing, con il marchio Alpinestars in bella evidenza nella parte posteriore.

Cirrus Glove – Crew Socks

Colori e descrizioni

Se volete vedere la gamma completa dei colori disponibili con tutte le descrizioni del produttore e la tabella delle taglie potete cliccare i link sottostanti:

In azione

La vestibilità di questi prodotti Alpinestars rispecchia esattamente la tabella delle taglie di riferimento, risultando piuttosto aderenti, specialmente la Andres Shirt e la Denali Vest, mentre il pantalone Denali Shorts ha una buona adattabilità grazie alla cintura elasticizzata con velcro di regolazione.

Denali Vest e Denali Shorts

Questi due prodotti li ho utilizzati durante le giornate di riding più fredde, con temperature prossime allo zero. Pur essendo leggeri e poco ingombranti risultano caldi e piacevoli da tenere per tutta la giornata, e nonostante il tessuto sia molto fine e morbido al tatto, ha sopportato bene una caduta senza riportare danni.

Durante le salite ero solito aprire un po’ la zip del gilet per dissipare meglio il calore del corpo e le cerniere dei pantaloni per creare una ventilazione all’interno degli stessi, in discesa invece le richiudevo per avere la massima protezione all’aria. Una volta regolata la taglia il pantalone rimane ben fermo e non scende, la parte posteriore è in una materiale robusto per proteggere la zona della seduta dal fango e dagli sfregamenti con la sella. All’assenza delle tasche si sopperisce con numerose soluzioni offerte dal gilet.

Andres Tech Shirt

Questa camicia è il vero pezzo forte, una vestibilità ottima con un look eccezionale, senza trascurare le soluzioni tecniche. L’ho utilizzata sia da sola che in abbinamento alla Denali Vest o ad un leggero impermeabile, è quindi adatta sia come strato superiore che come strato intermedio nelle giornate più miti.

La camicia è calda e traspirante, e la membrana antivento sul petto e spalle protegge le zone più critiche dall’aria fredda. Molto pratici i bottoni sui polsini per arrotolare le maniche magari in salita e la tasca posteriore a scomparsa per inserire lo smartphone. Quello che mi ha stupito è stata la robustezza del materiale a contatto con rami e rovi, e ai numerosi lavaggi che ha subito. Ho notato anche che non sviluppa facilmente cattivi odori ed è quindi possibile utilizzarla un paio di volte prima di lavarla.

Cirrus Glove

Pur essendo leggero, morbido e poco voluminoso, risulta sufficientemente caldo per le uscite invernali. Avrei gradito un taglio più sportivo e sagomato, e un polsino più aderente, comunque sono comodi da infilare e sfilare anche da umidi, il palmo ha un buon grip sulla manopola, ma il materiale di rinforzo sui polpastrelli è un po’ rigido e non aumenta l’aderenza con le leve del freno.

Crew Socks

Spesso questo accessorio viene sottovalutato da chi pratica il nostro sport, non c’è niente di più fastidioso di una calza che si arriccia all’interno della scarpa e che si inzuppa di sudore mantenendo il piede umido e freddo per tutto il giorno.

Le Crew Socks si sono dimostrate polivalenti, le ho utilizzate sia nelle giornate più fredde che in quelle miti, mantenendo i miei piedi sempre asciutti anche dopo diverse ore di riding. La zona plantare è rinforzata ed elasticizzata per aumentare il comfort ed evitare arricciamenti che potrebbero causare sfregamenti sulle dita.

Conclusioni

Ho trovato questo abbigliamento perfetto per un utilizzo trail della emtb con climi freddi: i materiali sono robusti, caldi, confortevoli, asciugano in fretta e mi sono piaciuti molto per il design curato nei minimi dettagli.

Al top per praticità e vestibilità, con un look casual e identificativo, adatto a tutte le fasce di età e senza quell’aspetto forzatamente racing che spesso non ci identifica.

Alpinestars

DSB

Commenti

  1. Docste:

    Intanto è arrivata la mia camiciona a quadri. Che dire, da una prima prova statica la taglia M pare quasi abbondante in larghezza, mentre è corretta la lunghezza complessiva e delle maniche. L'avrei preferita un pochino più attillata, ma va bene anche così. I materiali sembrano buoni, la finitura anche. Mi aspettavo colori più vivaci, invece tutto sommato è abbastanza sobria. Al prezzo pagato, mi ritengo soddisfatto...almeno fino alla prova sul campo
    Ieri ho finalmente usato la camicia da boscaiolo, non in bici (ancora dispersa da qualche parte fra Taiwan e Canada :sob: ) ma per escursionismo in montagna. Che dire? Esteticamente fa la sua sporca figura, è comoda da indossare e pratica con i bottoni a pressione. Tiene caldo, più di quanto mi aspettassi, almeno a inizio attività... purtroppo però sono rimasto deluso dalla traspirabilità: il sudore prodotto non evapora facilmente, e dopo mezz'ora di salita l'intimo era abbastanza umido. Da lì in avanti ho sentito freddo (come è ovvio che sia) e anche la tenuta al vento (gelido) non mi è parsa un granchè. Di buono ho riscontrato che non emana odori sgradevoli neppure dopo molte ore di utilizzo. Anche a voi ha dato l'idea di traspirare poco? Magari si è trattato di un uso in condizioni particolari (forte insolazione con vento polare), la riproverò senz'altro in altre circostanze :)
  2. sideman:

    Ti dirò, io la uso solo col freddo
    con temperature miti o più caldo ci sudi, resta sempre flanella, i miracoli non esistono

    Per me perfetta sopra la termica invernale, ma quando le temperature salgono la metto nel cassetto
    Ieri c'erano 3/4 gradi e sotto indossavo un intimo termico a mezze maniche della Craft... Magari in bici funziona meglio! :p Ad avercela, una bici... :sob::sob::sob:
  3. ducams4r:

    Certo che in bici funziona meglio!

    Mentre pedali suderai, ma muovendoti in bici il capo tenderà ad asciugarsi velocemente, è molto traspirante.
    La protezione antivento sul petto serve per schermarti dal vento durante la discesa.
    Quindi ha accorgimenti per la bici e non per il trekking.
    Ok, tutto giusto... ma di boscaioli in bici ne ho visti pochi : unamused:
    :D
Articolo successivo

Fontana passa alla Ebike

Articolo precedente

[Video] Sopravvivere con una Ebike

Gli ultimi articoli in Test