Nuova Nukeproof Megawatt

36

Nukeproof presenta la nuova Megawatt, una mullet in alluminio con 170mm di escursione anteriore e posteriore e motore Shimano EP8. A scelta si può acquistare con la batteria rimovibile da 504Wh o con quella interna da 630Wh. займ на карту студенту без отказа

Tre i modelli: la Comp e la Elite saranno disponibili dal 2 luglio, la Factory dal 5 agosto 2021. Per i dettagli sui montaggi vedere il sito Nukeproof.

Comp (6.000€)

Elite (7.200€)

Factory (8.200€)

Geometria

Qualche dettaglio..

 

Commenti

  1. cit:

    Divido in 2 la tua risposta. La prima parte ci sta, una è in alluminio e per forza di cose risulta meno sinuosa per via delle saldature. Ma a grandi linee la forma è sovrapponibile.

    Nella seconda parte commenti un dettaglio tecnico (che determina tutto) con un parete estetico. Ora, in realtà avessero basato la Megawatt sulla Giga avrebbero potuto posizionare l’ ammortizzatore più in basso (ne sarei stato felice).

    Però non capisco come uno possa dire “orrore che ” ad una bici sovrapponibile ad un’ altra che viene definita bellissima. Che poi sono diversissime, ma non così tanto esteticamente.

    Questo il senso del mio commento iniziale.
    Bè, ma alla fine a parte qualche eccezione tutte le bici sono sovrapponibili.
    Il telaio è sempre costituito da un triangolo anteriore e uno posteriore (carro) e un ammortizzatore messo generalmente in 2 o 3 modi differenti, quindi bastano piccoli particolari come una parte più o meno arrotondata a variare il design.
    In questo caso quello della, Santa è più riuscito di quello della megawater.. :D
  2. Gamba:

    Se le guardi da vicino capisci, e poi per me sono una brutta e l'altra bruttina
    Queste sono le risposte che mi fanno inc...
    No, non lo capisco perché a me piacciono entrambe. Se a te non piacciono entrambe amen, per fortuna siamo tutti diversi. Ma quelli che dicono che una é bella e l’ altra brutta non li capisco.

    Leggete o conoscete Pinkbike? Ogni tanto fanno un giochino, una sorta di indovina chi. Pubblicano la foto della sagoma di una bici e tu devi indovinare che bici é. Sono convinto che se mettessero la sagoma della Megawatt molti risponderebbero Heckler o Bullit.
  3. cit:

    No, non è solo un dettaglio a giudicare dai commenti che vedo in giro. Anzi ad alcuni basta il colore per giudicare la bontà di un telaio. E m’ incazzo quando le persone non argomentano i giudizi. É brutta non è un commento. È brutta perché bla bla bla si. Come a scuola. Sarà deformazione professionale, il mio lavoro ha a che fare anche con l’ estetica.
    i dettagli fanno la differenza.
Articolo successivo

[Test] Pantaloni lunghi d’estate? La nuova linea Fox Flexair

Articolo precedente

[Test] VW Caddy California: la macchina ideale per gli ebiker?

Gli ultimi articoli in News

La nuova Orbea Gain

Orbea inizia l’anno presentando la nuova generazione di Gain, le bici e-road che il marchio basco rinnova…