[First ride] Nuova Commençal Meta Power 29

[First ride] Nuova Commençal Meta Power 29

24/06/2019
Whatsapp
24/06/2019

La scorsa settimana Commençal ci ha invitato ad Andorra, presso la sua sede, per provare la nuova Meta Power 29 con batteria integrata.

Caratteristiche

  • Uso: Trail Agressivo/Enduro/Freeride
  • Telaio: allluminio
  • Motore: Shimano E8000
  • Batteria: Shimano E8035, 504Wh, integrata
  • Display: Shimano SC-E8000
  • Escursione anteriore/posteriore: 160mm/150mm (29″) – 180mm/170mm (SX 27.5″)
  • Formato ruota: 29″ o 27.5″
  • Battuta mozzi: Boost 110×15 / 148×12
  • Taglie: S / M / L / XL
  • Peso: 22.5kg (29″)
  • Prezzo: 5.799€ (29″) / 5.499€ (SX 27.5″)

Una delle ragioni per cui il modello precedente della Meta Power non aveva la batteria integrata nel telaio era che la batteria Shimano era troppo voluminosa, pregiudicando, fra le altre cose, la forma del tubo obliquo. Grazie all’inotrduzione di una batteria più compatta Commençal ha potuto ridisegnare il telaio dandogli un aspetto molto più aggraziato che in precedenza.

Commençal motiva la scelta del motore Shimano così: “Abbiamo scelto Shimano sia per le sue qualità tecniche che per la sua compattezza.
Abbiamo potuto progettare un telaio con una geometria e una cinematica che non vengono compromessi dalle misure del motore stesso. Inoltre, a differenza degli altri marchi, se ci sono dei problemi Shimano dispone di molti centri di servizio tecnico dove il cliente trova assistenza.

La presa di ricarica, con pulsante di accensione, si trova sul lato superiore del tubo obliquo del telaio e consente di caricare la batteria senza smontarla, mentre per quando è necessario smontarla, è possibile farlo con una chiave a brugola. Il sensore di velocità è integrato nel forcellino di sinistra del carro e il magnete è montato sul disco per una maggiore affidabilità di misurazione. Inoltre il cablaggio interno è stato curato per una facile installazione.

Il telaio è ora più lineare, confortevole e dinamico, il che si traduce in una migliore sensazione di contatto tra le ruote e il terreno. Inoltre, è più rigido per supportare meglio il peso complessivo di una bicicletta elettrica. Vengono utilizzati cuscinetti sigillati Enduro per ottimizzare la durata.

Il motore è protetto da un solido carter in plastica e la parte inferiore ha una forma piana. La batteria è riparata da una protezione in plastica a doppia densità, la parte che è in contatto con il telaio è più morbida per interfacciarsi meglio mentre quella esterna è più dura.

Geometrie

META POWER 29 (con attacco manubrio da 50mm)

META POWER SX 27.5″ (con attacco manubrio da 40mm)

Impressioni di guida

Durante i tre giorni di test, abbiamo guidato su percorsi tecnici con continui saliscendi, scendendo dal Pic Negre (2.816m) e facendo alcune discese lungo il bikepark di Vallnord. In questo modo siamo stati in grado di imparare un po’ di più sulle prestazioni della nuova Meta Power 29.

Si può pensare che il fatto di avere tanta escursione (160mm) e di essere pesante (22,5kg) renda la bici goffa nelle sezioni tecniche in salita, dove si deve posizionare con precisione la ruota anteriore dove si vuole che vada, ma la verità è che siamo stati favorevolmente sorpresi dalla sua maneggevolezza e agilità in situazioni del genere. Inoltre, il motore combinato con le ruote da 29″ consente di superare la maggior parte delle sezioni tecniche con rocce e radici, soprattutto se si hanno abilità trialistiche, quindi è possibile guidare praticamente su tutti i percorsi.

Al momento della discesa, sia sui trail naturali e tecnici, sia su quelli sconnessi con radici e rocce, siamo rimasti stupiti dall’eccellente prestazione delle sospensioni. La nuova forcella RockShox Lyrik Ultimate unita all’ammortizzatore Super Deluxe Ultimate hanno funzionato alla grande in ogni momento, leggendo perfettamente il terreno e assorbendo molto bene tutti i colpi. È stato come scendere con una bici da DH, qualcosa che non ci sorprende sapendo che Commençal proviene dal mondo gravity race.

Le sensazioni che abbiamo avuto nei primi due giorni sui sentieri naturali erano buone sia in salita che in discesa, ma dovevamo ancora vedere come si comportava nei tracciati con salti e sponde, quindi prima di andare a casa, siamo saliti al bikepark Vallnord per fare un paio di viaggi lungo la pista di Commençal, un tracciato molto divertente che ha soddisfatto tutti i requisiti di cui avevamo bisogno.

E dopo aver visitato il bikepark, è diventato evidente che la nuova Meta Power 29 è una e-bike aggressiva con cui puoi divertirti a scendere da qualsiasi sentiero, in totale sicurezza anche a velocità sostenuta grazie alla sua buona stabilità, che si comporta come una bicicletta DH e allo stesso tempo molto buona da pedalare in salita, sia su fondo scorrevole che su percorsi tecnici. È una e-bike adatta a qualsiasi rider, ma soprattutto a chi viene dal mondo gravity.

Testo di Hector Saura

Commençal

Commenti

  1. alexnotari65:

    Insomma, dire che Bosch ha copiato la corona a shimano, mi pare come minimo azzardato, la corona già la montavano tutti tranne che il Bosch, che vorrei ricordare, non era un motore nato espressamente per le EMTB, ma era il servosterzo delle Golf adattato a motore per bici da turismo/città elettriche.
    Se bosch era l’unico a non montarla vuol dire che si è allineato con il resto dei produttori, copiato shimano perché si stava parlando di loro due sicuramente avranno preso spunto un po’ da tutti
  2. cesko:

    Se bosch era l’unico a non montarla vuol dire che si è allineato con il resto dei produttori, copiato shimano perché si stava parlando di loro due sicuramente avranno preso spunto un po’ da tutti
    Preso spunto un po' da tutti?! ma la corona esiste da quando esiste la bicicletta!! E poi vorrei ricordarti che Bosch ha presentato nel 2017 il motore Active Line, CON CORONA, nello stesso anno in cui è uscito lo Shimano! Il Performance era frutto di un compromesso e di una progettazione non specifica per EMTB. Da qui a dire che hanno "copiato gli altri" perché ha la corona, ce ne passa!