DT Swiss: nuove ruote per eBike

DT Swiss: nuove ruote per eBike

07/04/2017
Whatsapp
07/04/2017

Quando si parla di eBike, la durata dei componenti è un aspetto chiave, dati il peso delle biciclette e in generale i maggiori carichi in gioco. DT Swiss ha pensato così di introdurre delle nuove ruote dedicate, per rispondere alle necessità di questo nuovo mercato.

Le ruote DT Swiss hybrid


Il cerchio hybrid è solo una parte del concetto.

DT Swiss è una delle aziende più vecchie del mondo della bicicletta. Nata come produttrice di cavi, ha base a Biel, in Svizzera. DT Swiss dà lavoro ad 800 persone in tutto il mondo ed ha fabbriche in Svizzera, Taiwan, Polonia e Germania. Con queste nuove ruote, DT Swiss cerca di dare alla eMTB un componente specifico, l’obiettivo principale è la massima durata.

La nostra Trek con le ruote DT Swiss Hybrid.

Perché ruote dedicate

Per capire per qual motivo DT Swiss si sia messa al lavoro su un nuovo sistema di ruote, bisogna prendere in considerazione alcuni fatti riguardo alle bici elettriche. Innanzitutto in sella alle eBike si percorrono più chilometri che con una bici normale. Di conseguenza aumenta il numero di discese, fatte con bici più pesanti. Tutto ciò considerato, e visti anche i numeri che trovate nell’immagine qui sotto, secondo DT Swiss era necessario disegnare per la eBike delle ruote apposite.

Il nuovo sistema

Le ruote hybrid di DT Swiss sono nuove sotto ogni aspetto: sia i cerchi che mozzi e raggi sono specificamente disegnati.

I cerchi

Ai cerchi è stato aggiunto materiale per renderli più solidi. Ce ne saranno con larghezza di 25, 30, 35, 40mm.
Il nuovo sistema sopporta adesso 150kg tra bici e biker, a dispetto dei 120kg indicati come limite per le normali ruote da MTB.
Come dice l’immagine sotto, la tensione dei raggi è aumentata ed i test a cui queste ruote sono sottoposte sono più severi.

Tutti i cerchi hanno sezione simmetrica.

I raggi

Sia raggi che nipple sono stati ridisegnati per reggere meglio alle sollecitazioni tipiche delle eMTB, come ad esempio la maggiore coppia che agisce sul mozzo.


I raggi sono ottenuti per forgiatura a freddo a partire da un filo di un acciaio speciale che DT Swiss si procura da un fornitore svedese. Noi abbiamo visto in prima persona come i raggi vengano prodotti e non abbiamo potuto non notare l’attenzione al dettaglio e la cura per la qualità del prodotto finale.
Queste ruote montano raggi a testa dritta, la testa è un po’ più larga del comune.

I nipple sono del tipo DT Pro, costruiti con la massima precisione per essere affidabili e non allentarsi.

Con queste modifiche, DT Swiss ha aumentato robustezza e durata delle ruote con un incremento minimo di peso: 30 g non si notano nemmeno su una bici normale.

Mozzi

Anche i mozzi sono stati ridisegnati completamente. È stata dedicata maggiore attenzione ai cuscinetti ed alla loro capacità di resistere a spostamenti e flessioni dell’asse. Anche l’asse stesso è stato migliorato e così il corpetto.


La ruota libera è un elemento che non va trascurato. Secondo DT Swiss, per resistere alle forze applicate su di essa, la cassetta deve essere in acciaio. Anche i cricchetti sono stati cambiati e i punti di ingaggio sono 24.

Il nuovo corpetto può reggere fino a 500 Nm di coppia senza subire danni.

 

La produzione delle ruote

DT Swiss ci ha permesso di visitare una delle sue fabbriche e la divisione RPM (l’equivalente della sezione ricerca e sviluppo Black Box di SRAM).

Tutte le ruote DT Swiss sono fatte a mano, dall’applicazione degli adesivi sui cerchi fino all’intreccio, la tensionatura e il controllo qualità finale. Alcuni degli impiegati di DT Swiss vengono dal mondo dell’orologeria e la precisione estrema del loro lavoro è evidente.

Test

Per testare la durata di un prodotto, un test sui trail non è sufficiente.

Ogni ruota viene quindi testata su delle macchine apposite, che permettono di cambiare la superficie su cui far correre la ruota e l’angolo tra la ruota e la superficie (il rullo) su cui viene testata.

La sezione di test opera quasi ininterrottamente. Nell’immagine vediamo una ruota testata sulla superficie che simula l’asfalto.

Questo è un apparato che misura flessione ed estensione dei raggi quando una coppia è applicata al mozzo.

Questa macchina misura la tensione dei raggi. I raggi sono testati fino al punto di rottura per assicurarsi che tutti rispettino i requisiti imposti da DT Swiss. Notiamo che tutti gli standard DT superano (a volte anche di molto) i requisiti ISO che regolano i componenti per bicicletta.

Chiaramente, molte ore vengono anche dedicate al test in condizioni reali.

Il catalogo

DT Swiss presenta una linea di prodotti completa, che comprende anche ruote in carbonio.

Le nuove ruote sono disponibili con cerchi di larghezze diverse.

 

I cerchi arrivano ad una larghezza interna massima di 40mm.

Le ruote in carbonio sono per chi non bada a spese e desidera solo il massimo. Per questo tipo di prodotto, il mercato è ristretto, ma c’è. Le foto qui sotto danno un’idea della gamma delle ruote che saranno disponibili da Aprile.

            

Pesi e prezzo

Modello HXC1200 HX 1501 H1700 H1900

Peso (grammi)

1678 1898 2000 2003
Prezzo (Euro) 2248 1078 698 388
Formato 27.5″ / 29″ 27.5″ / 29″ 27.5″ / 29″ 27.5″ / 29″

 

Prova sul campo

Durante la nostra visita a DT Swiss abbiamo potuto provare una coppia di ruote in alluminio.

La bici che abbiamo usato per il test.

Inutile dire che un pomeriggio non basta per stabilire quanto duri una coppia di ruota. Anche le prove in laboratorio non sono conclusive, perché non possono riflettere sotto ogni aspetto l’utilizzo reale. A ogni modo, i ragazzi di DT Swiss che si occupano dei test in laboratorio (sono tre) sembrano così appassionati del loro lavoro che noi abbiamo completa fiducia nei prodotti che passano per le loro mani.

Abbiamo provato le HX1501 con cerchio da 35mm. È difficile esprimersi sulle prestazioni di queste ruote senza confrontarle con altri modelli o con cerchi di larghezze diverse. Possiamo dire che si sono comportate come ci aspettavamo, per il tempo in cui le abbiamo provate.

La partenza del giro di test.

Strane mucche svizzere.

Cerchi larghi montati sulle ruote delle nostre bici.

Il capo del laboratorio di test ha pedalato con noi.

Conclusioni 

DT Swiss investe un sacco in ricerca e sviluppo e questa strategia è culminata nell’introduzione di queste nuove ruote che si propongono di fornire un prodotto solido e duraturo agli eBiker. I prodotti della casa svizzera non conoscono compromessi quando si tratta di produzione, test e soddisfazione del cliente.

Nel nostro breve test abbiamo provato una coppia di ruote di qualità e siamo curiosi di vedere come le accoglierà il mercato delle MTB a pedalata assistita.

DT SWISS

3
Rispondi

Devi fare il Login per commentare
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
monster74Auanagana Recent comment authors
  Sottoscriviti  
Notificami
monster74
Guest
monster74

Sembra che già Merida sulla nuova 900E li monterà di serie!

Auanagana
Guest

Anche Thok

monster74
Guest
monster74

[QUOTE="Auanagana, post: 24130, member: 324"]Anche Thok[/QUOTE]

Si, ma solo nella limited che già è andata sold out

 

POTRESTI ESSERTI PERSO