Bikepark senza risalite meccanizzate

23

Una ebike risolve il problema degli impianti chiusi o inesistenti!

YouTube video

 

 

Commenti

  1. Scusate l ignoranza , ma nei bike park ufficiali, con impianti di risalita a pagamento, in caso di infortunio in discesa, c è una copertura assicurativa?
    E invece se ci si fa male in un di quei percorsi costruiti e gestito da qualche club privato?
  2. czarn:

    peraltro mi aspetterei la nascita di un sacco di mini park sulle colline di tutta italia. 100/200 metri di dislivello zeppi di ostacoli. pochi costi di gestione, un sacco di gente che può svilupparsi tecnicamente e strutture vicine finalmente ai grossi bacini di utenza.
    Ma bike park così, se li intendi senza risalita meccanizzata, sono in pratica tutti i trail del mondo. Chi pagherebbe per usare trail raggiungibili con le proprie gambe?
  3. JoRo:

    Ma bike park così, se li intendi senza risalita meccanizzata, sono in pratica tutti i trail del mondo. Chi pagherebbe per usare trail raggiungibili con le proprie gambe?
    comunque io su tutti i trail del mondo non ho trovato linee di panettoni alti 3 metri, wallride in legno, e altre facezie del genere. Insomma, tutto quel genere di strutture per cui serve un'autorizzazione edilizia e l'utilizzo di macchine movimento terra.
    Tutto sommato, sfruttando la spinta della batteria anche in discesa su un dislivello di 100 metri probabilmente si riesce a sviluppare un percorso divertente che richiederebbe il triplo ( o almeno il doppi) del dislivello.

    Probabilmente è solo una mia chimera, ma sono pronto a scommettere che in francia o germania ne esistono già o apriranno entro due anni.
Articolo successivo

[Test] Luce Magicshine Monteer 8000s

Articolo precedente

A 3663 metri con l’ebike

Gli ultimi articoli in News