Voltri 3 anelli direzione Mt Beigua (Liguria)

Etouli

Ebiker pedalantibus
6 Settembre 2018
229
83
28
46
genova
Bici
Mondraker level gambe e testa
Vi segnalo giretto fatto ieri.
PRIMO ANELLO.... Partenza da Genova Voltri (dove volendo si può fare colazione con focaccia di Priano che troverete verso la fine del quartiere sulla sinistra) direzione Arenzano, in corrispondenza del capolinea del "1" svoltate sul cavalcavia alla vs destra in direzione Fabbriche quindi poco dopo prendete Via alla Brigna (dopo il ponticello alla Vs sinistra). Salita intensa, strada stretta e frequentata da auto (fate attenzione!). Proseguire fino alla "Brigna" dove un cartello vi avvisa che state passando su proprietà privata con cani (andate tranquilli perchè il cane è legato, abbaia ma è bravo ed i padroni sono abituati a veder transitare mtb). Inizia un comodo sterrato che vi conduce al primo tratto di discesa: fluido, divertente e mai pericoloso - è segnalato come "blu" e viene chiamato "Brigna variante" (esiste un percorso più semplice che si prende a destra nella radura; non potete sbagliare). Rientrati su asfalto, dopo breve discesa, tagliere su una vecchia mulattiera segnalata "blu" e chiamata DH della mattonata. Sbucherete sulla strada a mare che percorrerete sempre in direzione Arenzano. Qui potrete salire alla colletta o tagliare la salita con breve tratto di ciclo pedalabile realizzata in vecchio tratto ferroviario. Potete rientrare o proseguire alla seconda e ben più impegnativa parte

SECONDO ANELLO: Proseguite in direzione Varazze, superato Cogoleto troverete un cartello alla vs destra che vi avvisa che siete ai Piani di S. Giacomo. Prendete quindi la strada che si inerpica alla Vs destra caratterizzata da un forte pendenza e seguite il tratto carrabile per tutta la sua lunghezza, fino a che arrivate ad un incrocio a tre vie e prendete a sinistra Via S. Giacomo (sulla destra è segnalata "Via dei Milanesi"). Inizia un tratto in vecchio asfalto che segue il Rio Arenon e che diventerà sterrato sino ad un passo a circa 270 m slm. Inizia un percorso sterrato in pietra e pietre smosse noto come "Dh gatti" e segnalato "blu". All'arrivo sulla carrozzabile prendete a sx direzione Deserto (trovate acqua al monastero) quindi salite sino al passo del Muraglione (salita con strappo iniziale poi si alternano tratti salita semplice e sub pianeggianti). Da qui di nuovo a destra direzione FAIE quindi si prosegue per l'Agriturismo Tana degli Orsi e da li sempre dritto sino ad entrare in un comodo sterrato che vi porterà sino al Rifugio Prato Rotondo a 1150 mt slm a pochi passi dalla vetta del Mt Beigua. SI riprende in discesa in panoramicissimo ambiente attraverso uno sterrato denominato "Pigo DH" lungo circa 4,5 km e che vi farà perdere quota per oltre 800 mt sino a Sciarborasca. Potrete quindi rientrare o mettervi in gioco con il 3 anello....

TERZO ANELLO: Si scende da Sciarborasca in direzione Lerca ed arrivati a campo, superato il ponticello, si risale verso la Colletta e svalicata, si prende a sx superando l'ospedale tenendo sempre la strada principale. A sx nuova deviazione verso "l'Agueta du sciria". Tratto molto intenso e continuo in asfalto su strada stretta. Superate l'Agueta sino all'area picnic "il Curlo" dove si trova una presa d'acqua. Superate la sbarra metallica (senza farvi ingannare dalla deviazione a sinistra che segnala il Passo della Gava) e continuate su sterrato a pendenza quasi costante. Incrocerete rifugi e baracche per trekking e per appassionati di ornitologia sino a raggiungere il Passo della Gava posto a 752 m slm. c'è un rifugio un bel prato e acqua a volontà. Seguite quindi per Passo Tardie su un tratto stretto dove la bici la si usa poco o quasi per niente preferendo il "portage". Basta poco comunque per arrivare in cima al passo godendo di un panorama fantastico. Casco e protezioni indispensabili per la discesa che si snoda dapprima su un tratto "nero" su rocce smosse e roccia veramente molto panoramico che però ho personalmente trovato pedalabile anche se connotato da grandi esposizioni e poi (dal Dazio) su tratto "rosso" denominato "la tostissima". Quest'ultimo pesabile in rocce prevalentemente smosse su sentieri esposti e stretti; 'ho trovato faticoso soprattutto dopo un giornata di bici quindi ho pedalato sempre ma mi sono concesso qualche sosta a tirare il fiato. Giunti alla Brigna potrete ridiscendere attraverso lo sterrato fatto al mattino deviando a sx verso la "variante Deca Otto nuova" (facile sterrato da fare a bombazza) per poi discendere sino a voltri su lunghissima mattonata e scalinata.






lunghezza circa 65-70 Km
dislivello 2600 mt
difficoltà non saprei ma direi per Esperti avendo a che fare con tratti considerati neri e rossi comunque esposti e in pietraia
portage poca roba solo dal Passo della Gava al Passo Tardie tratto in salita di circa 100-150 mt dislivello
asfalto circa 50% percorso
in quota si può mangiare al Rifugio Prato Rotondo (anche se non è proprio a buon mercato) dove fanno ricaricare le batterie

NB Occorrono 2 batterie
protezioni obbligatorie (c'è il rischio di caduta anche rovinosa) IMG_20190609_141311.jpg IMG_20190609_172511.jpg IMG_20190609_181641.jpg

schema.jpg
 

Allegati

Ultima modifica:

 

Etouli

Ebiker pedalantibus
6 Settembre 2018
229
83
28
46
genova
Bici
Mondraker level gambe e testa
Ciao... Dipende da come la usi e quanto pesi ma direi che tutti gli anelli con una sola batteria la vedo dura... Credo che ultimamente ci sia stato qualche problema alla brigna e di sicuro salendo verso la Gava una frana ha limitato la percorrenza verso il passo... Mi informo dagli amici che sono sempre li e ti faccio sapere... Al limite escludi la brigna....
 

Etouli

Ebiker pedalantibus
6 Settembre 2018
229
83
28
46
genova
Bici
Mondraker level gambe e testa
allora la Brigna mi dicono che si fa tranquilla... l'hanno sistemata e de cespugliata... la mattonata su trail forks la danno transitabile
 

Snowpy

Ebiker ex novello
3 Marzo 2020
29
5
3
Genova
Bici
Olmo zerocinque
allora la Brigna mi dicono che si fa tranquilla... l'hanno sistemata e de cespugliata... la mattonata su trail forks la danno transitabile
Ottimo grazie!

Anche se non penso di riusciresti a fare tutto con una batteria (prenderò una bici da 500W), vedo dove riesco ad arrivare... Se hai consigli per cambiare giro e adattarlo a questa batteria rimango in ascolto!
 

lagoz

Ebiker velocibus
7 Gennaio 2017
365
136
43
59
recco
Bici
lapierre froggy
Bel giro davvero, che panorama nella terza foto!
Io abito a Recco, conosco bene il centro - levante ma non l'entroterra di Arenzano/Cogoleto.
Potremmo fare uno scambio di itinerari assieme...
 

Etouli

Ebiker pedalantibus
6 Settembre 2018
229
83
28
46
genova
Bici
Mondraker level gambe e testa
quando vuoi... io ad esempio domani giro su finale....



per limitare batteria evita brigna parti da cogoleto o arenzano e dovresti riuscirci... in cima al tardie c'è una variante rispetto a quella da me proposta ... "la tostissima" è una discesa tostissima veramente quindi volendo puoi fare "tardie passo del Dazio".... Cmq al rifugio ti fanno ricaricare senza problemi quindi porta il caricabatteria....
 

lagoz

Ebiker velocibus
7 Gennaio 2017
365
136
43
59
recco
Bici
lapierre froggy
Domani non so ancora se riesco.
Parti la mattina e giri anche il pomeriggio?
 

Etouli

Ebiker pedalantibus
6 Settembre 2018
229
83
28
46
genova
Bici
Mondraker level gambe e testa
Ciao domani giornata completa faccio 3 anelli se è quando ti va manda SMS al massimo ci simo appuntamento di strada
 

lagoz

Ebiker velocibus
7 Gennaio 2017
365
136
43
59
recco
Bici
lapierre froggy
...Allora non ce la faccio grazie comunque, divertiti!
Buon week end
Marco