Questo sito contribuisce alla audience de

Specialized turbo levo con capacità totale batterie 860Wh

Jack e-bike

Ebiker grandissimus
15 Settembre 2016
1.163
765
113
Veneto
Bici
Sants full 27.5 plus
Ho risposto. Non vendo niente, conosco le logiche di mercato e le evito. Una batteria da 630 w ci sta tranquillamente in un sottosella. In un mercato normale motori e batterie si dovrebbero cambiare cosi come si cambia un qualsiasi altro elemento della bici.
 
Ultima modifica:

Checo79

Staff
Moderatur
14 Settembre 2016
1.443
781
113
luna
630W ci stanno in un sottosella? si di una saltafoss :D

non confondiamo batterie con case robusti, holder, bms avanzati con varie funzioni di protezione, con pacchi batteria con bms da 5€ nastrate senza holder e magari messe in un borsello.

conosco le logiche di mercato e le evito.
ma va? non credo tu lo abbia mai detto :D
 
Ultima modifica:

cerbonim

Ebiker normalus
15 Settembre 2016
92
59
18
citta di castello
grande Nicola !
Adattarci una cosa cosi ?
http://www.bmz-gmbh.de/produkte/range-extender/0,1,5052.html
penso che sia facile e soprattuto mettendolo al posto della borraccia e' meno ingombrante.
 
  • Mi piace
Reactions: riccardorv

Jack e-bike

Ebiker grandissimus
15 Settembre 2016
1.163
765
113
Veneto
Bici
Sants full 27.5 plus
630W ci stanno in un sottosella? si di una saltafoss :D

non confondiamo batterie con case robusti, holder, bms avanzati con varie funzioni di protezione, con pacchi batteria con bms da 5€ nastrate senza holder e magari messe in un borsello.



ma va? non credo tu lo abbia mai detto :D
Ho più volte detto che ho batterie certificate CE e non mi hanno dato mai nessun problema. Se il post è stato messo in evidenza dal direttore vuol dire che si pensa sia interessante per gli utenti avere una estensione della batteria. Personalmente penso sia un vantaggio per chi ha questa motorizzazione ; a mio avviso, il valore dell' usato aumenta.
 

Checo79

Staff
Moderatur
14 Settembre 2016
1.443
781
113
luna
Ho più volte detto che ho batterie certificate CE e non mi hanno dato mai nessun problema. Se il post è stato messo in evidenza dal direttore vuol dire che si pensa sia interessante per gli utenti avere una estensione della batteria. Personalmente penso sia un vantaggio per chi ha questa motorizzazione ; a mio avviso, il valore dell' usato aumenta.
Che sia una cosa utile non ci piove ma non c'entra nulla coi post precedenti

Inviato dal mio DROID Turbo utilizzando Tapatalk
 

Nicola

Ebiker ex novello
19 Novembre 2016
29
39
13
58
Abano T.
grande Nicola !
Adattarci una cosa cosi ?
http://www.bmz-gmbh.de/produkte/range-extender/0,1,5052.html
penso che sia facile e soprattuto mettendolo al posto della borraccia e' meno ingombrante.
Si questa soluzione è sicuramente più facile, inoltre il peso e baricentro più basso sono punti a favore.

Per contro essendo "piccola " la resa finale sarà inferiore al valore di targa (essendoci pochi elementi in parallelo la resistenza interna e' più alta della batteria originale).
Io la utilizzerei preferibilmente come riserva di energia da utilizzare riducendo al minimo l'assistenza del motore.
Purtroppo non potendo fare un parallelo bisogna ragionare in quest'ottica.
 

GM-VOTAGER

Ebiker normalus
21 Novembre 2016
94
27
18
Abruzzo
Ciao Nicola, ho letto con interesse il tuo lavoro.
Riassumendo, hai fatto un pacco batteria da 36v e lo hai collegato derivandoti dai cavi di alimentazione al motore.
Quindi tieni la batteria principale spenta, mentre la secondaria alimenta il motore. Quando questa si è scaricata (penso abbia anche lei il suo bms, correggimi se sbaglio) , accendi la principale e usi quella.

Se ho poi ben interpretato, qualora decidessi di tenerle entrambe accese simultaneamente non hai trovato un autonomia totale coerente con l'utilizzo separato.

Mi chiedo se hai provato ad interporre due diodi ai positivi delle batterie in modo da evitare passaggi di corrente tra loro?

Altra domanda quante e quali celle hai usato?

Grazie
 
Ultima modifica:

lazzaro54

Ebiker espertibus
23 Settembre 2016
575
349
63
64
milano
630W ci stanno in un sottosella? si di una saltafoss :D

non confondiamo batterie con case robusti, holder, bms avanzati con varie funzioni di protezione, con pacchi batteria con bms da 5€ nastrate senza holder e magari messe in un borsello.
al di là di futili polemiche, io ho 2 batterie come quella in foto che utilizzo da 2 anni su una FAT elettrificata che sottopongo ad utilizzo più che gravoso come colpi , scuotimenti ecc. ecc. ..... vero che sono nel triangolo del telaio e non al sottosella ma dopo quasi 8.000 km vanno ancora benissimo ....
 

Checo79

Staff
Moderatur
14 Settembre 2016
1.443
781
113
luna
al di là di futili polemiche, io ho 2 batterie come quella in foto che utilizzo da 2 anni su una FAT elettrificata che sottopongo ad utilizzo più che gravoso come colpi , scuotimenti ecc. ecc. ..... vero che sono nel triangolo del telaio e non al sottosella ma dopo quasi 8.000 km vanno ancora benissimo ....
buon per te, si vede che non hai mai perso la batteria per strada perchè ti eri dimenticato di chiudere il lucchetto :D
 

Fulltux

Ebiker grandissimus
15 Settembre 2016
1.363
993
113
Milano
buon per te, si vede che non hai mai perso la batteria per strada perchè ti eri dimenticato di chiudere il lucchetto :D
Effettivamente questi fissaggi con la chiave, comuni peraltro a tutte le non kittate, sono leggermente inquietanti !!!! è per quello che il contenitore delle boschh non è un "case" ma uno shelter............ hahahahahahahaha
 

Nicola

Ebiker ex novello
19 Novembre 2016
29
39
13
58
Abano T.
Ciao Nicola, ho letto con interesse il tuo lavoro.
Riassumendo, hai fatto un pacco batteria da 36v e lo hai collegato derivandoti dai cavi di alimentazione al motore.
Quindi tieni la batteria principale spenta, mentre la secondaria alimenta il motore. Quando questa si è scaricata (penso abbia anche lei il suo bms, correggimi se sbaglio) , accendi la principale e usi quella.
Se ho poi ben interpretato, qualora decidessi di tenerle entrambe accese simultaneamente non hai trovato un autonomia totale coerente con l'utilizzo separato.
Mi chiedo se hai provato ad interporre due diodi ai positivi delle batterie in modo da evitare passaggi di corrente tra loro?
Altra domanda quante e quali celle hai usato?
Grazie
Ti rispondo per punti:

Ho utilizzato un pacco già assemblato da 36V 11,6Ah, per questo motore dovrebbe essere il minimo, in caso di potenze inferiori meglio ridurre gli assorbimenti impostando bassi livelli di assistenza.

Ovviamente tutte le batterie al litio devono avere obbligatoriamente un circuito bms, anche quelle assemblate fai da te, altrimenti oltre a eventuali danni alla batteria stessa si rischiano incendi o scoppi.

La batteria principale va tenuta accesa (ma non si scaricherà finchè la secondaria è carica) per permettere il dialogo attraverso il canbus con il motore. Se la spegni funzionerà lo stesso ma non si potranno variare i livelli di assistenza.

Quando la batteria secondaria cesserà di funzionare, automaticamente si inserirà la principale che inizierà la scarica.

La batteria originale ha un unico schedone posto nella parte bassa lungo tutta la batteria, contiene il bms, bluetooth, centralina per il controllo motore e separatamente la schedia led-pulsantini.
In centro alla scheda oltre ad un inquietante led lampeggiante c'è anche un bel pulsantino rosso! Che sia un Reset, Autodistruzione? Mi sono tenuto il dubbio.

La bici è un my2017, per questo motivo ho scelto la strada più sicura ed ho preferito non addentrarmi troppo con gli esperimenti, non ho investito molto tempo ma sono convinto che si possano fare anche collegamenti in parallelo.

Al posto dei diodi è meglio l'uso di mosfet di potenza opportunamente gestiti.

Ciao.
 
Ultima modifica:

GIUIO10

Ebiker grandiosus
15 Settembre 2016
2.884
5.470
113
59
Treviso
Bici
Kittata Nativa
...La batteria originale ha un unico schedone posto nella parte bassa lungo tutta la batteria, contiene il bms, bluetooth, centralina per il controllo motore e separatamente la schedia led-pulsantini.
In centro alla scheda oltre ad un inquietante led lampeggiante c'è anche un bel pulsantino rosso! Che sia un Reset, Autodistruzione? Mi sono tenuto il dubbio... Ciao.
Invece di tutta 'sta roba, non potevano mettere qualche altra cella, un giro di scotch e forse si poteva arrivare a 1.600W... {51}{51}{51}
Il pulsantino rosso... inquetante... {01}
 

Fabio

Ebiker novello
16 Settembre 2016
9
0
1
45
montemarciano
? non vedo l'utilità di quest'accrocchio.... tipo i monocorona rimediati quanto ci sono GX o NX che costano meno delle modifiche e funzionano perfettamente.
Io, semmai dovessi comprarmi una ebaik e vedere che una batteria non mi basta, me ne comprerei un'altra e la infilerei nello zaino e all' occorrenza la metto su. Dove stà il problema?
 

GM-VOTAGER

Ebiker normalus
21 Novembre 2016
94
27
18
Abruzzo
Ti rispondo per punti:

Ho utilizzato un pacco già assemblato da 36V 11,6Ah, per questo motore dovrebbe essere il minimo, in caso di potenze inferiori meglio ridurre gli assorbimenti impostando bassi livelli di assistenza.

Ovviamente tutte le batterie al litio devono avere obbligatoriamente un circuito bms, anche quelle assemblate fai da te, altrimenti oltre a eventuali danni alla batteria stessa si rischiano incendi o scoppi.

La batteria principale va tenuta accesa (ma non si scaricherà finchè la secondaria è carica) per permettere il dialogo attraverso il canbus con il motore. Se la spegni funzionerà lo stesso ma non si potranno variare i livelli di assistenza.

Quando la batteria secondaria cesserà di funzionare, automaticamente si inserirà la principale che inizierà la scarica.

La batteria originale ha un unico schedone posto nella parte bassa lungo tutta la batteria, contiene il bms, bluetooth, centralina per il controllo motore e separatamente la schedia led-pulsantini.
In centro alla scheda oltre ad un inquietante led lampeggiante c'è anche un bel pulsantino rosso! Che sia un Reset, Autodistruzione? Mi sono tenuto il dubbio.

La bici è un my2017, per questo motivo ho scelto la strada più sicura ed ho preferito non addentrarmi troppo con gli esperimenti, non ho investito molto tempo ma sono convinto che si possano fare anche collegamenti in parallelo.

Al posto dei diodi è meglio l'uso di mosfet di potenza opportunamente gestiti.

Ciao.
Grazie 1000. Tutto chiarissimo. Non so se farò un qualche ampliamento, ma almeno sono conscio della fattibilità.
L'unico punto poco chiaro è come mai con entrambe le batterie accese la principale non eroga finché l'altra è accesa.
All'abassarsi della tensione della secondaria dovrebbe anche l'altra erogare a causa della ddt tra le 2.
Bo forse il bms della principale va in protezione?

Comunque sia, sei stato squisito a condividere la tua esperienza
 

Fulltux

Ebiker grandissimus
15 Settembre 2016
1.363
993
113
Milano
? non vedo l'utilità di quest'accrocchio.... tipo i monocorona rimediati quanto ci sono GX o NX che costano meno delle modifiche e funzionano perfettamente.
Io, semmai dovessi comprarmi una ebaik e vedere che una batteria non mi basta, me ne comprerei un'altra e la infilerei nello zaino e all' occorrenza la metto su. Dove stà il problema?
Io invece, se permetti, ti consiglierei prima di comprarti una "ebaik" , poi di usarla e solo dopo darci un opinione sensata.