Smontaggio e manutenzione del motore Brose (anche Levo)

Moebius

Ebiker potentibus
15 Settembre 2016
795
930
93
58
Reggio Emilia
Bici
Rotwild E1+
Antefatto:

da qualche tempo il mio Brose T, con 2000 km, aveva un problema con una delle ruote libere interne al motore: pedalando all'indietro, i pedali non giravano liberi, ma trascinavano all'indietro la corona e la catena, che normalmente devono rimanere fermi. Inoltre arrestando la pedalata si avvertiva chiaramente il motore che tentava, per un breve tempo, di trascinare ancora i pedali.

Per un mese o due il problema si risolveva spontaneamente dopo qualche minuto di pedalata, ma recentemente il problema divenne permanente, anche su giri lunghi.

Contattavo la BSC, importatrice della Rotwild, che a sua volta, nella persona della gentilissima Carmen, interpellava la BMZ (che gestisce l'insieme motore-batteria).

La BMZ dava prova della tradizionale flessibilità e disponibilità tedesca, e senza nemmeno aver visionato il motore, dichiarava che "il motore non era riparabile" perchè sicuramente si erano danneggiati dei cuscinetti che erano impossibili da smontare... (!!!) ed essendo il mio motore ormai fuori garanzia mi annunciava che dovevo acquistarne uno nuovo.

Tralasciando le considerazioni sul servizio assistenza di BMZ che ognuno può fare da sé... per fortuna, frugando qui sul forum, leggevo che @Enzo 75 aveva smontato e riparato il motore in seguito ad un inconveniente analogo.
@Enzo 75 si è dimostrato eccezionalmente gentile ed ha acconsentito ad assistermi (fisicamente!) nello smontaggio del motore e nella sua riparazione. Ora il mio motore funziona di nuovo alla perfezione, alla faccia degli Schnitzelführer della BMZ e del loro servizio assistenza.

Nel seguito, trovate un breve tutorial sullo smontaggio e manutenzione del Brose.
Qualsiasi contributo utile alla discussione, info, esperienze dirette, ecc... è assolutamente benvenuto.
 

 

Moebius

Ebiker potentibus
15 Settembre 2016
795
930
93
58
Reggio Emilia
Bici
Rotwild E1+
Un piccolo tutorial per lo smontaggio e la pulizia della parte meccanica del motore Brose.

Quanto segue è stato realizzato innanzi tutto grazie al preziosissimo aiuto di @Enzo 75 (che non ringrazierò mai abbastanza) e all'autore del tutorial originale in francese (@Toggesh su forum.velovert.com).

ATTENZIONE!

1) Se decidete di intervenite sul motore, lo fate sotto la vostra esclusiva responsabilità. Ne' io, ne' l'autore del tutorial originale, ne' nessun altro si assume la benchè minima responsabilità su eventuali danni al motore, a persone o a cose.

2) Quanto segue vale per il Brose T (o Brose 1.2 per i Levisti). Non so se e come il Brose S (aka Brose 1.3) differisca da quanto riportato.

3) Lo smontaggio e rimontaggio sono abbastanza semplici; tuttavia è richiesta una buona manualità ed esperienza soprattutto nell'estrazione e nella ricollocazione dei cuscinetti (oltre ad alcuni tool atti a questo scopo, eventualmente autocostruiti), per evitare di danneggiare gli stessi con manovre sbagliate.

4) Le informazioni qui riportate possono contenere imprecisioni! Verificate sempre di persona, soprattutto i riferimenti alle parti di ricambio.




Ok, cominciamo.

Come si vede sulla foto, ci sono 9 viti in tutto; le 6 cerchiate in verde servono per lo smontaggio del carter che interessa a noi. L'etichetta di garanzia deve essere distrutta, quindi si perde la garanzia (se ancora valida).

upload_2018-8-23_15-47-59.png

Prima di svitare le 6 viti, svitare il grano in figura, in modo da togliere tensione alla cinghia motore. (NOTA: misurare prima con un calibro la profondità del grano, per poterlo riavvitare alla fine nello stesso modo e ridare alla cinghia la stessa tensione).

upload_2018-8-23_15-48-21.png

Tolte le 6 viti, picchiettare leggermente sul bordo per scollare il coperchio, verificare se la guarnizione si è completamente scollata dal lato motore, e togliere completamente il coperchio.

upload_2018-8-23_15-48-49.png

In questo motore tutto sembra pulito e a posto.
Rimuovere il tendicinghia semplicemente sfilandolo, e poi la cinghia.

upload_2018-8-23_15-49-20.png

upload_2018-8-23_15-49-51.png

Estrarre dal motore l'albero completo. Con un martello di plastica, battendo con cautela, l'albero dovrebbe uscire facilmente. (NOTA: quest'operazione provoca la fuoriuscita del cuscinetto 6811 ZV dalla sua sede)

upload_2018-8-23_15-50-21.png

upload_2018-8-23_15-50-44.png

Ora non resta che disaccoppiare l'asse delle pedivelle dall'assemblato porta-spider/puleggia dentata.

Ciò è molto facile: basta tirare sull'asse verso destra, facendo attenzione che la ruota libera imanga sulla sua pista interna. Se dovesse sfilarsi comunque non è grave, solo un po' complicato da rimettere (utilizzare una cannuccia tagliata per il lungo, metterla all'interno della ruota libera e infilarla di nuovo in sede).

upload_2018-8-23_15-51-25.png

upload_2018-8-23_15-51-43.png

upload_2018-8-23_15-52-3.png

Principio di funzionamento:

Quando si azionano le pedivelle nel senso normale della pedalata, l'asse A trascina la ruota libera R1, che a sua volta trascina la parte B che è solidale al porta-spider, e quindi la corona.
Pedalando all'indietro, la ruota libera R1 non trascina più la parte B e quindi la corona non ruota.
Se l'assistenza è spenta o se si superano i 25 km/h, il motore non trascina più la puleggia C, e quindi nemmeno la parte B a causa della ruota libera R2. In questo caso, B gira liberamente a causa della rotazione di A, a meno che R2 sia difettosa; in quest'ultimo caso i pedali trascinano anche la puleggia e quindi il motore, generando attrito.

Perchè la ruota libera R1? Se l'asse A e la parte B fossero solidali, pedalando all'indietro si provocherebbe la rotazione del pignone B in senso contrario e quindi del motore, il che potrebbe danneggiarlo.
(NOTA: Non solo: la ruota libera R1 serve a disaccoppiare istantaneamente il motore dai pedali quando si smette di pedalare, perchè altrimenti, a causa dell'inevitabile ritardo nella cessazione dell'assistenza dettata dal sensore di sforzo, si avrebbe un breve ma spiacevole effetto di trascinamento sui pedali).
 
Ultima modifica:

Moebius

Ebiker potentibus
15 Settembre 2016
795
930
93
58
Reggio Emilia
Bici
Rotwild E1+
(segue)

Piccolo riassunto dei riferimenti alle parti che l'autore del tutorial originale ha potuto trovare:

Le ruote libere si trovano facilmente [NdT: insomma...] su internet.

In Cina:
https://cnsuma.en.alibaba.com/product/60188539163801086968/Sprag_Clutch_FE_448_Z_with_good_quality_for_gearbox_and_industrial_machine.html

In Germania:
https://www.gmnbt.com/sc-fe-443-m-insert-element.htm

upload_2018-8-23_18-8-48.png

upload_2018-8-23_18-9-2.png

I cuscinetti all'estremità dell'albero sono i più vulnerabili alla penetrazione di acqua o fango. Per questo sono sigillati con una guarnizione in materiale plastico specifica su uno dei due lati.



Il 6805 LUV viene anche sollecitato assialmente in modo eccessivo quando si smonta lo spider se per fare questo ci si appoggia sull'albero con l'estrattore, cosa assolutamente da evitare.


Cosa ingrassare?

Dopo l'estrazione dei cuscinetti all'estremità dell'asse, iniettare grasso marino. Non togliere la guarnizione ma iniettarlo dal lato opposto.
Attenzione, sia durante lo smontaggio che il rimontaggio, non battere sulle piste esterne del cuscinetto, ma sempre su quelle interne.

Applicare un sottile strato di grasso apposito sulle ruote libere, e ingrassare l'astuccio a rullini interno alla parte B.

Rimontare il tutto con precauzione. NON tendere la cinghia (attraverso il grano apposito) prima di aver richiuso il coperchio!

Stringere il grano del tendicinghia; quando l'asse dei pedali diventa duro da far girare, svitare un poco il grano poichè eccessiva tensione della cinghia può nuocere al motore. (NOTA: oppure riavvitarlo com'era in origine usando il metodo del calibro citato all'inizio).

Buono smontaggio, pulizia e rimontaggio!
 
Ultima modifica:

Moebius

Ebiker potentibus
15 Settembre 2016
795
930
93
58
Reggio Emilia
Bici
Rotwild E1+
Un discorso a parte merita l'astuccio a rullini che si interpone tra l'albero delle pedivelle A e il pignone porta-spider B.

L'originale è (era) del tipo HK 24 x 30 x 16 (diametro interno x diametro esterno x fascia).

Questo cuscinetto è tra le parti del motore che si danneggiano prima. Infatti, per la sua posizione, non ha alcuna protezione verso l'esterno, non ha la possibilità di montare tenute che lo proteggano dall'ingresso di acqua o fango, che possono entrare dallo spazio sottile che esiste tra l'albero A ed il pignone B. Si può abbondare con grasso marino in questo spazio ma comunque i rullini rimangono esposti verso l'esterno.

Infatti, nel mio caso i rullini erano praticamente grippati, e la mancata rotazione aveva già leggermente intaccato la pista di scorrimento sull'albero A, che è diventata rugosa.

Occorre dire che la funzione di questo cuscinetto è piuttosto limitata; infatti esso lavora solo quando c'è movimento relativo tra pedivelle e corona, quindi solo quando si pedala all'indietro. Ha però una funzione, importante, di supporto dell'albero. A me sembra che questo particolare sia da rivedere: troppo debole e troppo esposto.

Comunque, non è stato possibile trovare un astuccio a rullini con le stesse misure. Abbiamo risolto, mettendo al suo posto due astucci a rullini INA HK 2430 (24x30x7.5), affiancati, che dovrebbero fungere egregiamente alla bisogna.
 
Ultima modifica:

Bengi

Ebiker espertibus
24 Luglio 2017
527
349
63
Veneto
Bici
Cheyenne
Che dire? Ottimo lavoro e davvero ben documentato. COMPLIMENTI MOEBIUS! :eek::)
 

Moterra

Ebiker potentibus
7 Giugno 2017
773
472
63
Conegliano
Bici
Turbolevo Comp Carbon 2018
Complimenti davvero per il tuo contributo, queste sono le discussioni che arricchiscono il nostro forum
Bravissimo
 

tore53

Ebiker ex novello
22 Settembre 2016
26
3
3
Canale
Sei stato proprio grande! Complimenti ancora.
Domanda, la mia levo è del 2018, qualcuno mi sa dire se il motore è lo stesso?
Grazie!
 

Enzo 75

Ebiker normalus
28 Dicembre 2017
87
57
18
43
Annone brianza
Bici
Turbo levo fsr comp
Sei stato proprio grande! Complimenti ancora.
Domanda, la mia levo è del 2018, qualcuno mi sa dire se il motore è lo stesso?
Grazie!
Che io sappia nel motore 2018 nn è stata cambiata l' architettura interna ma solo alcuni particolari, quindi ritengo che costruttivamente sia uguale.
 

Moebius

Ebiker potentibus
15 Settembre 2016
795
930
93
58
Reggio Emilia
Bici
Rotwild E1+
Sei stato proprio grande! Complimenti ancora.
Domanda, la mia levo è del 2018, qualcuno mi sa dire se il motore è lo stesso?
Grazie!
La tua Levo avrà probabilmente il Brose S, detto 1.3 in casa Specialized.

Se qualcuno decidesse di smontare un Brose S, ci farebbe un grande favore se riportasse in questo thread le eventuali differenze dal Brose T. Il "problema" è che i Brose S dovrebbero essere ancora tutti in garanzia...
 
  • Mi piace
Reactions: Max Power